Quantcast

Positano/Furore: Anas sensi unici alternati prorogati fino al 31 dicembre 2021

Positano/Furore: Anas sensi unici alternati prorogati fino al 31 dicembre 2021.

I lavori di messa in sicurezza lungo la strada statale 163 proseguiranno fino alla fine del 2021. È quanto stabilito da Anas relativamente a due interventi insistenti sulla principale arteria della Costiera Amalfitana, come si legge dalle pagine del quotidiano La Città di Salerno.

Nello specifico continueranno gli interventi dal chilometro 22,150 al chilometro 22,550, relativi al costone che sovrasta questa zona della Divina, con parzializzazione della corsia lato monte nel comune di Furore.

In tal senso sarà installato un impianto semaforico, o verranno attivati dei movieri, per consentire la circolazione a senso unico alternato, che potrebbe essere interrotte con pause da 20 minuti. Si tratta d’un lavoro di estrema importanza per la sicurezza delle tante persone che quotidianamente utilizzano la principale arteria del territorio. Identico provvedimento anche per gli interventi in corso dal chilometro 10,230 al chilometro 10,730. che proseguiranno fino al 31 dicembre, come prevede l’ordinanza Anas che impone il senso unico alternato regolato da semafori. Anche in questa circostanza si tratta di interventi di messa in sicurezza del costone roccioso, ma concernenti il comune di Positano. Una situazione che potrebbe condizionare la circolazione veicolare lungo questa parte della statale 163.

Nonostante la stagione estiva stia volgendo al termine, infatti, non è da escludere che le interruzioni, per consentire agli operai di lavorare in sicurezza, possano creare lunghe code. La principale arteria della Costiera Amalfitana purtroppo da diverso tempo deve fare i conti con numerosi cantieri aperti. In talune circostanze legati a eventi franosi o piccoli crolli, in altre proprio per evitare i sopracitati problemi, vengono effettuati dei lavori di messa in sicurezza. Se da un lato gli interventi provocano inevitabili ripercussioni sul traffico veicolare, che nel periodo estivo diventa insostenibile visto l’afflusso di un numero di mezzi spropositato, dall’altro garantisce una sicurezza maggiore ai tanti che percorrono le sinuose curve della statale.

Quel che è certo è che fino alla fine del 2021 gli abitanti della Divina dovranno convivere con questa situazione, in attesa che anche questi ultimi interventi siano ultimati. Quello del dissesto idrogeologico è un problema grave che attanaglia la Costiera Amalfitana da sempre e che richiede da parte delle istituzioni un intervento organico e definitivo. In particolare nel periodo invernale si contano decine di crolli, in molti casi proprio relativi ai costoni rocciosi che sovrastano la Statale 163.

Commenti

Translate »