Quantcast

Parco giochi abusivo a Cava de’ Tirreni: multa e denuncia

Parco giochi abusivo a Cava de’ Tirreni: multa e denuncia. Ce ne parla Simona Chiariello in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Avevano allestito nel centralissimo Corso Umberto I un parco giochi per bambini, con tanto di gonfiabili, senza alcuna autorizzazione. Gli agenti della polizia municipale hanno scoperto l’abuso e sequestrato l’intera area. Il proprietario è stato denunciato all’autorità giudiziaria. È accaduto nella giornata di lunedì, nel corso di un blitz del personale della sezione Annona. A darne notizia è stato lo stesso sindaco Vincenzo Servalli che dalla sua pagina Facebook ha voluto informare i cittadini, per sottolineare la celerità dell’intervento degli uomini della polizia municipale. Oltre all’abuso l’operazione degli agenti dell’Annona è tesa a prevenire eventuali incidenti, causati dalla scarsa manutenzione delle giostrine e pericolosità dei giochi per bambini.

L’INTERVENTO Secondo la ricostruzione del comando di polizia municipale, nella giornata di lunedì, personale della sezione Annona, impegnata in una serie di controlli, è intervenuta in corso Umberto I, dove era stato aperto al pubblico un parco giochi. Si trattava di giochi all’aperto per i più piccini come giostrine e gonfiabili. Dopo accurati controlli, l’area è stata posta sotto sequestro ed il titolare è stato denunciato. «I parchi giochi – fanno sapere dal comando di polizia municipale – sono soggetti alla licenza di pubblico spettacolo e al sopralluogo della commissione comunale per verificare che siano rispettati i requisiti di sicurezza». L’attività investigativa non si è conclusa. Gli agenti stanno eseguendo ulteriori accertamenti in materia edilizia per eventuali abusi. Nonostante la bontà dell’operazione, la notizia, diffusa con un post su Facebook dal sindaco, ha scatenato decine di commenti critici da parte dei cittadini che lamentano la carenza e soprattutto la cattiva condizione dei parchi pubblici. «In mancanza dei parchi pubblici – scrive un utente – specie in questo periodo dove i bambini vogliono stare all’aperto». Purché in sicurezza: è la risposta certamente più attenta degli stessi residenti del centro. Intanto i vigili sono impegnati in numerosi controlli a bar e locali del centro per l’occupazione di suolo pubblico. Già sei i gestori sanzionati con una multa di 173 euro.

Commenti

Translate »