Quantcast

Massa Lubrense, il Trigone viola nei fondali di Punta Campanella. La foto spettacolare di Fabio Russo

Diventa virale lo scatto spettacolare realizzato da Fabio Russo che nella giornata ieri, con grande sorpresa, si è imbattuto nel Trigone Viola nei fondati dell’Area Marina Protetta di Punta Campanella. Il Trigone viola (Pteroplatytrygon violacea) predilige un habitat pelagico, prevalentemente al largo della piattaforma continentale e lontano dal fondo marino, solitamente fino a 100 metri di profondità.

Gli esemplari adulti possono raggiungere i 160 cm di lunghezza (coda compresa) e gli 80 cm di larghezza. È caratterizzata da un corpo di forma discoidale molto affusolato, con delle larghe pinne pettorali. Gli occhi, a differenza delle altre pastinache, non sono sporgenti. La bocca, situata in posizione ventrale, è dotata di 25-34 file di denti sulla mandibola superiore e 25-31 file sulla mandibola inferiore. I denti sono formati da una cuspide appuntita e sono adatti per il taglio (contrariamente a quelli delle altre razze, adatti a schiacciare). La coda, lunga e simile ad una frusta, è dotata di uno o due aculei veleniferi. La colorazione dorsale varia dal grigio-violetto all’azzurro-verdastro. Agilissimo nel nuoto e si nutre di piccoli pesci, calamari, meduse e crostacei pelagici, che spinge verso la bocca servendosi delle pinne pettorali.

Commenti

Translate »