Quantcast

Maiori, il Forum dei Giovani: “Ieri raccolte 272 firme in 8 ore a sostegno del referendum Eutanasia Legale»

Maiori. Il Forum dei Giovani pubblica un post sulla propria pagina Facebook relativamente alla raccolta firme a sostegno del referendum “Eutanasia Legale” raccolte insieme al Collettivo UANM: «272 in 8 ore. Potrebbero sembrare numeri a caso, ma rappresentano i risultati della giornata di ieri, 29 agosto. 272 persone libere che sono venute a supportare la causa, lasciando una firma per dare una possibilità di scelta a qualcuno.

Nonostante i risultati della raccolta, i due giorni precedenti sono stati all’insegna delle critiche e dei giudizi verso noi che quel banchetto lo abbiamo organizzato. Verso una parte di Maiori, di Costiera Amalfitana che ESISTE. Da persone libere a cui piace parlare con i fatti non abbiamo rinunciato a raccogliere le firme, seppur in un altro lato del lungomare, spostandoci dal monumento dedicato a Santa Maria a Mare. Ci è stato chiesto rispetto verso la sensibilità di una parte della comunità, abbiamo deciso di assecondare la richiesta nonostante avessimo l’autorizzazione per occupare quel pezzettino di suolo pubblico, nonostante non ci fosse alcun intento provocatorio. Abbiamo deciso di scegliere di rispettare ciò che ci era stato chiesto, nonostante fossimo molto demoralizzati, nonostante la trovassimo un’ingiustizia che ci aveva fatto arrabbiare.

Che cosa avremmo voluto? Avremmo voluto ricevere rispetto a nostra volta. Avremmo voluto non essere giudicati a destra e a manca per aver liberamente sostenuto una causa, da persone libere. E siamo sicuri che lo avrebbero voluto anche quelle 272 persone che hanno deciso di venire a sostenere noi e la raccolta firme. Persone che abbiamo guardato negli occhi, con cui abbiamo parlato, scambiato opinioni, e grazie alle quali non abbiamo ceduto allo scoraggiamento dei giorni precedenti.

Non saranno 100 metri a fare la differenza, ma 272 firme – in una città così piccola – possono farlo. Grazie dal profondo del cuore a tutte le persone (maioresi e non) che sono passate al banchetto. Grazie alle volontarie e ai volontari che hanno aiutato. Grazie a chi, seppur non d’accordo, seppur esprimendo il proprio pensiero contrario, ha scelto la via del rispetto, dell’educazione, della tolleranza, non giudicando o puntando il dito verso chi la pensava diversamente. L’oscurantismo, la prepotenza e i giudizi universali di questa parte di Costiera non ci rappresentano».

Commenti

Translate »