Quantcast

La stretta sui monopattini: dal casco all’età minima

Più informazioni su

La stretta sui monopattini: dal casco all’età minima. Ce ne parla Mauro Evangelisti in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Una legge per regolamentare l’invasione dei monopattini. Il testo è in commissione trasporti alla Camera, a settembre inizierà la fase degli emendamenti. Potrebbe essere approvata nei due rami del parlamento prima della prossima primavera. Ci sono già alcuni punti cardini, spiega il primo firmatario, il forzista Roberto Rosso: limite di velocità a 20 chilometri orari (oggi è a 25); il divieto di circolazione alla sera, da dopo il tramonto (multe da 50 a 250 euro) o, in alternativa, l’uso di catarifrangenti che li rendano visibili anche con il buio; marciapiedi proibiti; vietata la sosta selvaggia (se si parcheggia sui marciapiedi multe simili a quelle per gli scooter, da 41 a 168 euro, e la possibilità di rimozione); il testo iniziale prevedeva anche il limite dei 18 anni, ma sarà introdotta una modifica che consentirà ai minorenni di guidarli se hanno il patentino per la moto o se supereranno un esame di conoscenza del codice della strada; infine: obbligo di casco per i minorenni e assicurazione.

FENOMENO Ma davvero i monopattini rappresentano un allarme sociale? I numeri raccolti da Asaps (associazione amici polizia stradale), il cui presidente, Giordano Biserni, è stato ascoltato in Commissione nel corso delle audizioni a cui sono state chiamate anche le società di sharing e i rappresentanti dei grandi Comuni, fanno riflettere: nel primo semestre del 2021 ci sono stati in Italia tre incidenti mortali («ad esempio a giugno a Roma, un 52enne è morto per una caduta autonoma»), ma di recente si è aggiunta una quarta vittima; «complessivamente ai 46 incidenti del primo quadrimestre – spiegano da Asaps – si sono aggiunti 19 incidenti a maggio e 20 a giugno, per un totale di 85 sinistri. Alle 18 prognosi riservate, in seguito a sinistri con i monopattini, dei primi 4 mesi se ne aggiungono altre 6, per un totale di 24». Attenzione: molti incidenti analizzati da Asaps vedono il coinvolgimento di giovani e giovanissimi, «anche di chi non ha ancora compiuto 14 anni, età a cui si può iniziare ad utilizzare il monopattino». Ma quanti sono i monopattini in Italia? Almeno 140.000. Nelle grandi città, a partire da Roma, saltano all’occhio perché sono numerosi quelli affittati dai servizi di sharing, spesso abbandonati su marciapiedi, ma sono decine di migliaia quelli di proprietà di singoli cittadini. Più nel dettaglio: «Sono oltre 50 le città italiane dove sono attivi servizi di sharing, per un totale complessivamente di almeno 55.000 monopattini a noleggio, con dati in aumento di giorno in giorno. A questi vanno aggiunte decine di migliaia di monopattini privati. 558.725 cittadini hanno ricevuto il bonus mobilità 2020 e il 15% che ha acquistato un monopattino». L’associazione che si occupa di sicurezza stradale aveva consegnato alla Commissione una serie di proposte come l’obbligo di targa e assicurazione. La proposta di legge – che porta la firma del deputato di Forza Italia, Roberto Rosso, è sostenuta dal gruppo di FI e ha come relatrice la leghista Elena Maccanti – accoglie parte di queste proposte.

PERCORSO Spiega l’onorevole Rosso: «Si tratta del mezzo maggiormente in espansione, servono delle regole. Non vogliamo togliere la possibilità di usare il monopattino, ma aumentare la sicurezza. A settembre inizierà commissione trasporti la fase emendativa. Ad esempio, la proposta iniziale prevedeva che non circolassero di notte, ma faremo una modifica che consentirà di essere in strada anche dopo il tramonto, purché siano visibili grazie a dei catarifrangenti. Io sono favorevole anche al casco, ma non tutti sono d’accordo. Probabilmente lo lasceremo come obbligo per i minorenni». I vari gruppi dovrebbero trovare una linea unitaria, «anche se – spiega Rosso – è più complicata una intesa con i 5 Stelle che sui monopattini sono poco propensi a imporre delle regole, ma dialogheremo anche con loro».

Più informazioni su

Commenti

Translate »