Quantcast

La sosta selvaggia sulla SS 163 è una delle cause dell’intenso traffico in costiera amalfitana

Quello del traffico e delle lunghe code in costiera amalfitana durante l’estate è da sempre al centro dell’attenzione e, purtroppo, non si riesce a trovare una soluzione. La causa principale è sicuramente l’aumento esponenziale dei veicoli in transito durante i mesi estivi e la conformazione della Strada Statale 163 Amalfitana che, con le sue curve e strettoie, sicuramente non aiuta a far defluire in modo veloce il traffico. Ma a tutto questo si aggiunge un altro elemento importante, ovvero l’inciviltà di chi decide di parcheggiare la propria auto nelle aree non consentite lungo la Statale semplicemente per comodità e per evitare di pagare il parcheggio custodito.

E’ chiaro che, nel momento in cui si va ad ostruire un tratto della carreggiata (ancora peggio in prossimità delle curve) parcheggiando in spregio ad ogni divieto, si ha come inevitabile conseguenza il rallentamento ed anche il blocco temporaneo del traffico.

E’ quello che spesso accade a Vettica di Amalfi e nei pressi del fiordo di Furore dove molti furbetti parcheggiano la propria auto nel primo posto disponibile ed in pieno divieto per poter raggiungere la spiaggia e regalarsi qualche ora di mare senza dover percorrere troppa strada a piede. E la stessa cosa accade anche in altre località della costiera amalfitana dove è facile imbattersi in auto parcheggiate in evidente divieto di sosta che non solo intralciano il traffico ma costituiscono anche un pericolo per la sicurezza degli altri automobilisti.

Commenti

Translate »