Quantcast

Immobile su Insigne: “Del suo rinnovo? Non abbiamo parlato”

Più informazioni su

Ieri sera a Torre Annunziata, il sindaco Ascione ha premiato Ciro Immobile e Irma Testa per gli splendidi traguardi raggiunti all’Euro20 il bomber biancoceleste e alle Olimpiadi di Tokyo il pugile. “Aver vinto un Europeo dopo 53 anni è stata una cosa fantastica. La cosa è talmente grande che i primi giorni nemmeno ho messo a fuoco. Vincere un trofeo così prestigioso, aver giocato qualche partita in Italia e aver disputato la finale in casa loro, ci ha dato una soddisfazione immensa. La cosa che più ci ha riempito di gioia è che dopo sofferto tanto in questo periodo abbiamo riportato un sorriso nei volti delle persone. Ci credevamo fin dall’inizio e abbiamo lottato tutti nella stessa direzione. Vincendo partita dopo partita ci ha dato più fiducia per andare avanti. Vi racconto un aneddoto della finale: eravamo in ritiro vicino Londra e intorno alle 2:30 del mattino ci hanno sparato i fuochi d’artificio e ci hanno fatto svegliare. In quel momento non ti rendi conto di quello che sta succedendo. Mi sono riaddormentato subito e alle 4:00 è successa la stessa cosa. Ho avuto il dubbio fino al mattino se fosse un incubo e una cosa mia o una cosa di tutti”, ha confessato Immobile. Poi, reduce da una vacanza ad Ibiza trascorsa con il suo inseparabile amico Insigne, Ciro si è sbilanciato: Ho avuto la fortuna di stare in vacanza con Lorenzo e mi sono fatto dire un po’ cose di Sarri, quindi sono arrivato in ritiro preparato. Poi Lorenzo mi racconta solo belle cose di Napoli, lui a parte la parentesi di Foggia e Pescara, ha dedicato tutto al Napoli. Il suo rinnovo? Non gliel’ho voluto chiedere”.

Più informazioni su

Commenti

Translate »