Quantcast

Il re delle pizze nel Mondo, Gino Sorbillo: “Temo un settembre nero a Tokyo già costretti a chiudere la sera”

Il re delle pizze nel Mondo, Gino Sorbillo teme un settembre nero , il rischio del lockdown è dietro la porta. Sorbillo che da Napoli ha portato la pizza in tutto il mondo, ha aperto un locale di successo anche in Giappone. Lo troviamo a Fornillo sulla spiaggia più bella del mondo a Positano in Costiera amalfitana

Purtroppo a Tokyo siamo costretti a chiudere la sera. C’ è una nuova ondata di Covid-19 che sta interessando anche la Cina e molti ristoratori mi stanno prospettando lo stesso problema”, queste le parole di Gino Sorbillo, il re delle Pizze che ha conquistato non solo Napoli, ma tutto il Mondo.

L’indirizzo è 3-2-1, Muromachi, Nihonbashi, Chuo-ku, Tokyo Japan. Qui c’è la sua prima sede orientale Gino Sorbillo, che se non era per il Coronavirus Covid – 19 forse avrebbe aperto altro ancora . Sono cinque i punti vendita solo a Napoli, seguiti da tre a Milano, due negli States (Miami e New York, nell’East Village), uno a Roma e a Genova
Questa di Tokyo è la sua tredicesima pizzeria ma – come conferma il pizzaiolo napoletano – ogni locale ha il suo menù, in cui ricorre il numero 7, che per Sorbillo è un po’ come un numero fortunato. Da buon napoletano doc, infatti, ha un suo rito scaramantico: “Chi lavora con me sa che è tradizione che io decida il menù non più di 2-3 giorni prima dell’apertura, finora ha portato fortuna e io continuo a fare così”.
L’approccio dei Giapponesi alla sua pizza è stato “molto positivo”, racconta Sorbillo che confessa essere stato preoccupato del fatto che i neo clienti nipponici non riuscissero a consumare l’intera pizza: “Hanno un gran rispetto del cibo e degli italiani, di norma mangiano poco rispetto a noi. Sono stato contento invece che abbiano molto apprezzato le nostre centenarie e abbiamo finito l’intero disco”.
Non solo pizza tradizionale ma a menù c’è anche la fritta classica, accompagnata dalla birra Nastro Azzurro, una delle icone del Made in Italy. Ma purtroppo la pandemia ha rallentato tutto e sta tornando “Ci sono nuove varianti , intanto ci hanno fatto chiudere la sera, speriamo che non succeda anche in Italia e in Europa , sono molto preoccupato”

Commenti

Translate »