Quantcast

Il Ministro Gelmini a Positano a Villa Tre Ville “Da estendere senza prenotazione tra i 12 e 19 anni”, in serata Open Day evento

Più informazioni su

    Il Ministro Gelmini a Positano a Villa Tre Ville , l’albergo di lusso che è stato di Franco Zeffirelli e ora, dopo averlo acquistato da Giovanni Russo brillante imprenditore di Sorrento, di Govind Friedland, magnate americano , figlio di Robert Friedland fondatore del Ivanhoe Capital Corporation and Ivanhoe Mines , fra cui l’uranio.

    Il Ministro sarà nella struttura dove sono stati i più grandi ballerini del mondo da Massine a Nureyev , Maria Callas, Liz Taylor e tuttora ci sono i più grandi Vip internazionali.

    Ma qui la Gelimini verrà per motivi culturali , domani sera ci sarà “Mare, Sole e Cultura” con appuntamenti di cui ha parlato Positanonews, insomma a Positano la cultura è al primo posto, la perla della Costiera amalfitana non solo per il turismo.

    La Gelmini promuove le vaccinazioni e caso vuole che proprio venerdì 6 agosto, mentre si presentano i libri nell’esclusivo resort, in Piazza dei Racconti l’ Asl di Salerno ha organizzato un Open Day che è quasi un’Open night, si finisce infatti alle 2,  mentre in via ordinaria sta funzionando ottimamente  l’hub vaccinale di Positano in Via Pasitea

    La vaccinazione senza prenotazione per i giovani tra i 12 e i 19 anni che alcune regioni stanno già attuando, dovrebbe essere estesa a tutta Italia. E’ la proposta che il ministro per gli Affari Regionali Mariastella Gelmini ha avanzato nel corso dell’incontro con le Regioni.

    “Il governo – ha detto il ministro rispondendo al question time alla Camera – continua a raccomandare fortemente la vaccinazione nella fascia d’età 12-19 anni. Su questo segnalo che alcune regioni (Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna), hanno previsto la possibilità per le famiglie di procedere alla vaccinazione dei figli senza prenotazione. Laddove è stata data questa opportunità i cittadini l’hanno colta e quindi credo che sia utile estendere questo modello che sta dando un grande contributo alla campagna di vaccinazione”.

    La Gelmini aggiunge anche: “Il Green pass non sarà obbligatorio per bus e metropolitane del trasporto pubblico locale e per i treni regionali la cui capienza sarà dell’80% anche in zona gialla. Il pass – ha ribadito il ministro – è una misura di ragionevolezza e buonsenso che non mira a vietare ma a favorire gli spazi di libertà dei cittadini ed evitare nuove chiusure e lockdown”.

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »