Quantcast

Il caldo non ferma i turisti: agli Scavi di Pompei 6.505 persone

Il caldo non ferma i turisti: agli Scavi di Pompei 6.505 persone. La parte del leone sembrano averla fatta mummie e faraoni, con il Museo Egizio di Torino che nella rovente domenica di Ferragosto è andato completamente sold out. Ma tutti gli altri big non sono stati da meno con i visitatori in fila dal Colosseo agli Uffizi, dalla Reggia di Caserta alla pinacoteca di Brera “Se si considera l’ondata di caldo che ha investito l’Italia in questi giorni i numeri dei musei anche quelli dei parchi archeologici sono sorprendenti”, commenta il direttore generale dei musei statali Massimo Osanna, che dopo tanto penare per il mondo della cultura invita a leggere i dati come “un buon segnale di ripresa”.

E se possono essere state anche le temperature roventi a spingere italiani e turisti verso le sale più confortevoli dei luoghi di cultura, è vero pure che l’obbligo del green pass non ha influito più di tanto sulla rinnovata voglia di cultura. Oltre la metà di musei e parchi statali italiani, circa duecento quindi, sono rimasti aperti anche nella giornata del 15. E moltissimi sono stati premiati dall’affluenza. A partire dall’Anfiteatro Flavio, da sempre il più gettonato dei luoghi di cultura italiani, che ha registrato 9.553 biglietti venduti e 14.700 ingressi. A Pompei, in barba al sole a picco che rendeva davvero eroica la passeggiata tra le domus, sono entrate domenica 6.505 persone, a Ercolano 1.000, a Paestum 1493 a Caserta 3.417.

A Napoli buon successo anche per “Il San Carlo Dentro e Fuori”, una visita guidata esclusiva, volta alla scoperta della storia meno nota del Teatro di San Carlo.

Il tour ha condotto i visitatori attraverso il Foyer ornato di specchi, il Palco Reale, passando per la Sala e i suoi palchi ricchi di stucchi dorati ed il maestoso velario di Cammarano, le barcacce Rossini e Donizetti, terminando con la luminosa terrazza che guarda ai Giardini del Palazzo Reale, immaginando così il percorso segreto dei sovrani borbonici del Palazzo Reale al Teatro.

Bilancio più che positivo anche al Museo e Real Bosco di Capodimonte con oltre 2.300 visitatori nel museo per le cinque mostre in corso: “Raffaello a Capodimonte, l’officina dell’artista”; “Napoli Napoli: di lava, porcellana e musica”; “Santiago Calatrava: Nella luce di Napoli”; “Diego Cibelli: L’Arte del danzare assieme”; “Paolo La Motta: Capodimonte incontra la Sanità” e le collezioni, tra le maggiori d’Europa.

Fonte Metropolis

Commenti

Translate »