Quantcast

Ieri sera Alfina Scorza in concerto a Positano

Positano – Ieri bella prova musicale dell’Alfina Scorza Trio sul sagrato della Chiesa Madre, nell’angolo della piazza con affaccio sulla spiaggia dove sorge una bella colonna in stile cosmatesco, azzardo a dire, con le luci delle imbarcazioni alla fonda che facevano da contraltare a quelle delle stelle in cielo, spazio scenico ideale per lo stile elegante e raffinato di Alfina Scorza e dei suoi musicisti Ivan Cantarella e Pasquale Curcio. La brava cantante salernitana, laureata in canto jazz al “Cimarosa” di Avellino, vincitrice del “Bruno Lauzi” (Anacapri, 2011), del “Premio Bindi” (2015) ed esperienze a “Il Tenco ascolta” del Club Tenco, per citare solo alcune voci tratte dal suo invidiabile curriculum, ha incantato il pubblico presente in piazza Flavio Gioia interpretando le più belle canzoni della tradizione cantautorale italiana e napoletana contemporanea, da “Meraviglioso” a “Mediterranea”, da “E cerca ‘e me capì” a “Quando” dell’indimenticabile Pino Daniele, fino a “Cara” di Lucio Dalla. Canzoni che Alfina Scorza interpreta con uno stile accattivante, una voce che ricorda quella di Anna Oxa: piena, portentosa e ipnotizzante. La serata a Positano scivola via leggera come il via vai dei numerosi visitatori sulla scalinata della chiesa e per più di un’ora le preoccupazioni di questo periodo difficilissimo sono alle spalle. “Vicoli in Arte” la kermesse curata da Giulia Talamo e Ario Avecone continua a proporre ottimi professionisti, la rassegna partita a giugno, al giro di boa è pronta a stupire ancora, agosto e settembre si preannunciano ancora più ricchi di appuntamenti musicali sempre all’insegna della qualità.
di Luigi De Rosa

Generico agosto 2021Foto Alex Lucibello

Commenti

Translate »