Quantcast

Follia a Cava de’ Tirreni: devastano le giostre e urinano sui passanti

Follia a Cava de’ Tirreni: devastano le giostre e urinano sui passanti. Lo racconta Giuseppe Ferrara in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano La Città di Salerno.

Precipita la situazione di degrado nella villetta di via Schreiber e via Canale: i vandali non solo prendono d’assalto le giostrine ma addirittura si cimentano in gare a chi urina più lontano, col rischio di colpire i passanti del tratto di strada sottostante alla terrazza dove si trova il parco giochi. Circostanze riprovevoli che si sono susseguite per tutta l’estate e continuano a verificarsi. Il punto più basso pare proprio si sia registrato domenica sera quando almeno una ventina di adolescenti hanno letteralmente preso d’assalto la villetta adiacente agli uffici comunali distaccati di via Schreiber e, complice qualche birra di troppo, dopo aver procurato ulteriori danni alle giostrine si sono messi a fare la pipì dalle ringhiere che affacciano sulla sottostante via Canale con l’obiettivo di mirare ai passanti. Il tutto sotto gli occhi increduli e indignati dei residenti della zona che, ormai da mesi, segnalano i continui atti di vandalismo e chiedono a gran voce che l’Amministrazione Comunale e gli organi preposti alla vigilanza del territorio prendano i dovuti provvedimenti. A fronte di un’impossibilità di garantire controlli mirati e costanti a causa della ben nota scarsità di personale disponibile, soprattutto per quanto concerne gli agenti del Comando di Polizia Municipale, chi vive in via Canale e via Schreiber ha chiesto allora che l’accesso alla villa possa essere definitivamente interdetto nelle ore serali con espedienti che impediscano agli incivili di scavalcare i cancelli e perpetrare così nei loro atteggiamenti vandalici.

Eppure le segnalazioni nei mesi scorsi non sono mancate, ma per il momento le pressanti richieste dei cittadini restano inascoltate. Un primo segnale d’allarme era arrivato già quando, a maggio scorso, alcuni ragazzi si erano messi a lanciare pietre all’indirizzo delle abitazioni della zona. Uno dei sassi, in particolare, era arrivato a danneggiare le zanzariere di una finestra dietro la quale giocavano due bambini piccoli, fortunatamente rimasti illesi. C’era stato, poi, dopo appena due settimane, l’episodio dei mattoni e delle bottiglie di birra scagliati sempre lungo il tratto di strada di via Canale che costeggia, dal basso, la villetta comunale di villa Schreiber.

In quel caso era prontamente intervenuta una pattuglia della Polizia Municipale, tuttavia i teppisti e i vandali erano riusciti a dileguarsi prima che gli agenti potessero arrivare sul posto e individuarli. E ancora, non sono mancate le segnalazioni di rinvenimenti di siringhe e altri residui del consumo di sostanze stupefacenti di cui i vandali si erano frettolosamente liberati lanciandoli all’interno dei giardini privati delle abitazioni che costeggiano la strada. La caccia ai responsabili, nel frattempo, non ha dato frutti e nonostante in zona sia presente almeno una telecamera di video sorveglianza, pare che i ragazzi siano stati abbastanza scaltri da riuscire a non farsi riprendere. Ora i residenti si stanno organizzando per mettere in atto un’azione collettiva che porti alla formalizzazione di una denuncia dopo che diverse sono state le segnalazioni già inoltrate al Comune e al Comando di Polizia Locale. Aumentando le telecamere sicuramente si potrà realizzare la migliore azione preventiva contro questi gruppi di ragazzi.

Commenti

Translate »