Quantcast

Ferragosto da bollino nero in Costiera Amalfitana. Oltre al traffico blackout Enel da Positano ad Amalfi e Ravello, la denuncia della FeNAILP

La FeNAILP ha attraverso i propri legali ha deciso di accertare le responsabilità  e determinare le cause di tale importante guasto per stabilire se alla base ci sia un errore umano o un sovraccarico generato dall’uso massiccio dei condizionatori usati sia dagli operatori commerciali che dai cittadini per mitigare le alte temperature di questi giorni.

Ferragosto da bollino nero in Costiera Amalfitana. Oltre al traffico blackout Enel da Positano ad Amalfi e Ravello, ma anche Praiano, la denuncia della FeNAILP alla Procura della Repubblica di Salerno .

Oltre ai disagi causati dal traffico, da ieri sera blackout elettrico in molte zone della Divina  . “ È assurdo, ha affermato il Delegato della FeNAILP di Amalfi Francesco Florio, che per  circa 24 ore molte zone della costiera sono senza corrente.  I primi sbalzi di elettricità si sono verificati questa notte, poi da stamattina in metà Costiera Amalfitana manca completamente l’elettricità. Anche se i tecnici dell’azienda sono immediatamente intervenuti e sono riusciti a riprendere l’erogazione del servizio elettrico per gran parte dei clienti interessati attraverso un cambio di assetto della rete elettrica che ha consentito di bypassare il guasto ma, circa un’ora dopo, a partire dalle 10.30, si é verificato un ulteriore guasto, probabilmente causato dal precedente, che impedisce di rialimentare la clientela attraverso le linee di servizio. Nel frattempo i tecnici hanno per sicurezza immediatamente allertato l’arrivo in zona di un grande gruppo elettrogeno per fare fronte all’emergenza. Siamo fortemente preoccupati, ha continuato Florio, per le molte attività commerciali che sono prive di energia elettrica e soprattutto per le scorte di merce acquistate in occasione del ferragosto.

La FeNAILP ha attraverso i propri legali ha deciso di accertare le responsabilità  e determinare le cause di tale importante guasto per stabilire se alla base ci sia un errore umano o un sovraccarico generato dall’uso massiccio dei condizionatori usati sia dagli operatori commerciali che dai cittadini per mitigare le alte temperature di questi giorni.

Dopo i gravi danni generati dalla pandemia gli imprenditori della Costiera Amalfitana, fra tante difficoltà, stanno lentamente accogliendo nuovamente i turisti ed i visitatori nel periodo “commerciale”  più importante  dell’anno e un nuovo stop determinerebbe danni incalcolabili oltre ai disagi della popolazione.

Ufficio Stampa Fenailp

Da comunicazioni ricevute l’ ENEL  e le ditte incaricate si sono organizzati per i generatori .

Commenti

Translate »