Quantcast

Ferragosto, boom di prenotazioni per un tuffo nell’arte

Ferragosto, boom di prenotazioni per un tuffo nell’arte. Lo scrive Elena Pontoriero in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Metropolis.

Cosa fare a Ferragosto? Semplice, un tuffo nell’arte.

E le porte dei musei e dei siti archeologici restano spalancate per accogliere un gran numero di turisti, almeno rispetto le prenotazioni già effettuate per il week- end all’insegna della cultura.

Nuovi percorsi aperti al pubblico al Parco Archeologico di Pompei, dove da due giorni è stato inaugurato il Termopolio della Regia V. Una tavola calda antica restaurata, tappa di centinaia di visitatori che per primi hanno varcato l’ingresso da giovedì 12 agosto.

Gli scavi di Pompei e i siti vesuviani resteranno aperti oggi e domani dalle ore 9 alle ore 19 (ultimo ingresso alle ore 17.30). Restano aperti al pubblico anche Villa Regina a Boscoreale, Villa Arianna, Villa San Marco e il Museo Archeologico di Stabia Libero D’Orsi a Castellammare di Stabia e la Villa di Poppea a Torre Annunziata.

Anche il Parco Archeologico di Ercolano resterà aperto al pubblico nel fine settimana di Ferragosto dalle ore 9.30 alle19.30 (ultimo ingresso ore 18; l’area archeologica deve essere lasciata per le ore 19). L’arte non va in vacanza neanche nel Capoluogo campano, dove sarà possibile ammirare la storia custodita al Museo e Real Bosco di Capodimonte, che vanta una delle più ricche collezioni d’Europa, una Reggia dai sontuosi appartamenti reali che ospita attualmente ben cinque mostre, tutte visitabili con un unico biglietto di ingresso al prezzo di 10 euro: Raffaello a Capodimonte: l’officina dell’artista, Napoli Napoli. Di lava, porcellana e musica, Santiago Calatrava. Nella luce di Napoli, Diego Cibelli.

L’Arte del Danzare assieme e Paolo La Motta. Capodimonte incontra la Sanità.

Un’offerta imperdibile sottolinea una nota del museo – per turisti e residenti che potranno immergersi tra i grandi capolavori dell’arte e poi trovare riparo dalla calura estiva tra i viali del Giardino Tar- do-Barocco o all’ombra degli alberi secolari del Giardino cino-inglese, tra il canforo secolare o le magnolie.

Gran parte dei musei e dei parchi archeologici statali resteranno aperti nel fine settimana di Ferragosto, permettendo una valida alternativa a turisti e visitatori che desiderino trascorrere alcune ore all’insegna della cultura in piena sicurezza. Sono oltre duecento i luoghi della cultura statali visitabili il 14 e il 15 agosto. Gli appuntamenti sono pubblicati in tempo reale a cura degli Istituti periferici del MiC. A causa di possibili improvvise variazioni, si consiglia sempre di contattare i recapiti indicati nelle relative schede di dettaglio. Dal 6 agosto 2021, oltre all’uso obbligatorio della mascherina, all’ingresso dei musei è necessario esibire la Certificazione Verde, o “Green Pass”, insieme a un documento d’identità.

Da Nord a Sud l’Italia offre il “pass” per la storia, una valida alternativa alle località balneari del Paese, con musei e siti archeologici pronti a fare il pieno di visitatori, nel rispetto dei dispositivi anti-Covid.

Commenti

Translate »