Quantcast

Ferragosto: assalto a spiagge e lidi, ma restano regole e divieti

Ferragosto: assalto a spiagge e lidi, ma restano regole e divieti. Ce ne parla Vincenzo Lamberti in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Metropolis. 

Sarà un Ferragosto con picchi di caldo altissimo quello che si apprestano a vivere, oggi, i vacanzieri a caccia di un posto al sole. Temperature al limite della soglia, 34 gradi superati un po’ ovunque in provincia di Napoli e Salerno che amplificheranno sicuramente l’assalto alle spiagge, ai lidi e alle piscine questa mattina.

Da Portici alla Penisola Sorrentina, da Positano fino a Vietri sul Mare sarà caccia al posto libero per trascorrere una giornata al mare e evitare così i contraccolpi del caldo che non dà tregua. Ma già nella giornata di ieri i numeri facevano parlare di un sold-out imminente. “Abbiamo prenotazioni che coprono tutte le nostre disponibilità” dichiara il titolare di un lido di Pozzano che dunque oggi metterà all’esterno del suo stabilimento il cartello “tutto esaurito”. Del resto le regole previste dalla legge per la presenza in spiaggia sono chiare. E’ obbligatoria, anche per chi volesse andare al mare oggi, la prenotazione che di solito avviene telefonicamente o con le app. In tutti e due i casi, però, segnalano da tempo le associazioni dei consumatori questi sistemi sembrano avere qualche falla. Scorrendo i post delle pagine facebook dei lidi balneari si incappa spesso in frasi del genere: “Sto provando a chiamarvi da due ore ma il numero è fuori posto e l’app che avete indicato non mi consente di prenotare” uno dei tanti commenti postati all’indirizzo dei titolari dei lidi. “E’ chiaro – spiega l’Unione Consumatori – che questi sistemi dovrebbero aiutare e non mettere in difficoltà chi vuole prenotare”. Resta la regola della mascherina all’aperto (non sulla spiaggia ovviamente) secondo le norme stabilite dalla Regione Campania. Mentre chi utilizza spazi comuni deve indossarla. Anche le spiagge libere saranno sicuramente prese d’assalto. A Torre del Greco e Torre Annunziata saranno i vigili urbani a verificare che anche sui lidi non privati vi sia il necessario distanziamento. Se questo, poi, accadrà realmente è tutto da verificare. Nella giornata di ieri, invece, come accade ormai da due giorni la spiaggia libera di via De Gasperi a Castellammare, nei pressi del porto turistico di Marina di Stabia, sovraffollamento ai limiti del consentito. Trionfo degli abusivi, parcheggiatori e improvvisati imprenditori del fitto ombrellone, come sempre.

In Penisola Sorrentina, invece, i comuni temono la consueta invasione dei pendolari. Le amministrazioni comunali hanno deciso di prevedere turni straordinari degli agenti della municipale per evitare le solite scene che si verificano puntualmente nel giorno di Ferragosto. Aperte le spiagge libere, tranne che per Vico Equense dove, a causa di una contestata ordinanza del sindaco, quelle fette di arenile sono ad esclusivo appannaggio dei residenti.

Niente falò in spiaggia a Ferragosto, ad Ischia, dove i sindaci di cinque comuni hanno firmato ordinanze che vietano i bivacchi e l’accensione di fuochi sugli arenili liberi. Ad Ischia Porto e Forio il divieto entrerà in vigore stasera per terminare lunedì mattina e riguarderà i fuochi, il bivacco ed il campeggio. A Casamicciola lo stop è iniziato il 10 agosto e terminerà a fine mese, è in vigore dalle 9 di sera ed è esteso anche al consumo di bevande alcoliche con multe previste per i trasgressori sino a 3000 euro. Divieto soft, infine, per Barano: per la spiaggia dei Maronti, la più grande dell’isola, non sarà permesso accendere fuochi, piazzare tende e portare ed utilizzare impianti sonori dalle 18 di domani sino alle 6 di lunedì ed è stato anche vietato di vendere alcolici di asporto a bar e ristoranti della zona. Si prospetta una giornata da tutto esaurito anche in montagna. Dopo la tragedia del Mottarone e lo stop di due ore della funivia del Faito, già nella giornata di ieri le corse sono state particolarmente affollate (pur nel rispetto della presenza di 17 persone nella cabina). Chi vuole evitare “la guerra per un posto al mare” sceglierà il Faito per un pic nic o una giornata all’aria aperta.

Commenti

Translate »