Quantcast

EVENTI DI OGGI SABATO 21 AGOSTO. Stasera che facciamo?

Ieri, la serata è stata monopolizzata dalla festa del Forum dei Giovani e dell’UNITRE, con la presenza del Sindaco Vincenzo Iaccarino, l’assessore Carmela Cilento, e tante altre personalità del mondo politico e culturale, le musiche affidate a Gianni Iaccarino con sorpresa di Francesca Maresca.

Dalla passeggiata alla tammurriata, dalla danza al canto di Caruso, questo è il week-end di san Ciro e Giovanni, sempre all’insegna del protocollo anticovid.

Massa Lubrense alle 16.30 Passeggiate d’estate con finale a degustazione dal Turuzziello di Benedetto De Gregorio.

-Sant’Agata Premio Salvatore di Giacomo , Ricordo di Enrico Caruso

– Villa Fondi -Marilina Jacono Anna Soares, balletto Coraline con la Compagnia Luna.

Vico Equense  Santi Ciro e Giovanni , dalla Villanella alla Tammurriata  con Luigi Staiano

Minori Una soleggiata mattina di settembre del 1997 ,in piazza Cantilena a Minori, una conferenza stampa per presentare la prima edizione del Gustaminori, ospite d’eccezione Peppe Barra che ,in quella occasione, fu nominato cittadino onorario dal Sindaco Angelo Amorino, per il legame alla nostra terra e per aver contribuito nella sua carriera artistica alla valorizzazione della musica popolare: tantissimi i ricordi.
Sabato 21 Agosto, alle ore 21.30, nella piazza salotto di Minori “città del Gusto”, si terrà, dopo 25 anni, la serata inaugurale del Gustaminori 2021.
Per l’occasione Gigi Marzullo intervisterà Peppe Barra e ripercorreremo insieme i tempi che furono.
Un sogno iniziato nel 1997 ed oggi diventato una lungimirante scommessa, di immutato successo nel tempo, armonizzando sapientemente il purismo della memoria passata ad una intuitiva innovazione.
A Minori, sul palcoscenico, “Masaniello” ha compiuto e trovato la sua rivolta, la favola del mare ha fatto sognare un pubblico senza confini, si è narrata la storia inedita di “Palummella e Scarrafone”, si è ritornati indietro ai fasti della grande Repubblica di Amalfi.
E poi, protagonista di eccezione il Natale, con i suoi riti e le sue tradizioni, messi in scena con le impensabili temperature di agosto, il varietà ha avuto un suo momento di gloria, il teatro e la danza si sono ritagliati un segmento dedicato.
La storia, quella percettibile dal contatto con i resti archeologici, ha raggiunto il suo tripudio con la realizzazione di un dramma in musica, consacrato allo splendore della “Caput Mundi” Imperiale; ma non è mancata la teatralizzazione della guerra, con le sue inevitabili sofferenze, precarie e mutabili, riscattate dalla riconquistata voglia di vivere con dignità.
25 anni, dunque, di passione, di emozioni, di idee, di soddisfazioni, di riconoscimenti, di promozione e di amore puro verso la nostra terra.
Abbiamo accolto la sfida, senza limiti di impegno e fantasia, servendoci di tutti gli strumenti culturali e multimediali disponibili.
A fare da cornice tanta gente e forti applausi intervallati da momenti di gioia e commozione rimasti nel cuore di tutti.
Qualcosa accade sempre, anche quest’anno “speciale” in cui, più che mai, la speranza è che l’arte non si debba fermare.
Un pensiero con dedica a tutti coloro che hanno cominciato con noi questa fantastica avventura rendendola un successo; a quelli che nel corso degli anni si sono accodati ed oggi non sono più presenti, uno per tutti, il nostro amato gastronomo Ezio Falcone.
Questa edizione del Gusta Minori è anche per loro.
L’evento fortemente voluto, promosso e patrocinato dalla regione Campania, nonché dagli enti Provinciali e locali, festeggia il suo primo quarto di secolo e la sua ininterrotta continuità.
Innumerevoli le presenze di visitatori, nazionali ed internazionali, di premi Nobel ed ospiti di prestigio, una vetrina di celebrities dal mondo dello spettacolo, della musica, del teatro, della danza, della letteratura, della gastronomia, dell’arte, della pittura, con appuntamenti che, ancor oggi, completano l’offerta turistica del nostro meraviglioso comprensorio.
E non solo. La kermesse si pregia di aver ritagliato spazi per convegni, mostre, meetings, approfondimenti, studi e ricerche sul territorio e sulle nostre radici, dedicando testi e produzioni musicali, e, ancora, vanta l’organizzazione di tornei e gare sportive di vario genere.
La popolazione autoctona, in grande numero, ha contribuito in prima linea, in qualità di figurante, comparsa, collaboratore, direttore di scena, addetto ai lavori, ed inoltre, dietro le quinte come supporto ad una grande macchina organizzativa, o semplicemente nel ruolo di assiduo spettatore, ciascuno quale singolo tassello di uno splendido mosaico.
È stata sempre una grande festa e sono orgoglioso del traguardo raggiunto.
Il mio ringraziamento va a tutti i collaboratori che con impegno, determinazione e tanti sacrifici hanno reso possibile tutto questo.
E’ la dimostrazione di come il lavoro di squadra e il sostegno di un grande progetto possano portare a risultati straordinari. Il mio invito a tutti ad essere presenti e numerosi per festeggiare insieme i 25 anni ,con una stupenda edizione .

-Antiche Terme di Castellammare di Stabia sabato 21 agosto alle 21 con lo spettacolo sull’amore in canzoni musica danza e teatro di Rosalba Spagnuolo e Francesco Cesarano, L’addore e l’ammore. Con Vittorio Pane alle percussioni, Carlo Alfaro e Mariacristina Gargiulo voci recitanti, coreografie di Mariana Gargiulo di SpazioDanza con le ballerine Anna Cinque, Donatella Rodriguez, Lorenza Gargiulo. Ingresso libero con Green Pass

-Il Ravello Festival si appresta a vivere l’ultima intensa settimana di programmazione che si concluderà con la doppia data dell’Orchestra del Teatro Mariinsky diretta da Valery Gergiev e il debutto a Ravello di Igor Levit. Ad aprire la 7 giorni di concerti uno degli appuntamenti tradizionali del cartellone: il concerto wagneriano.

Sul podio del Belvedere di Villa Rufolo Manfred Honeck, uno tra i più apprezzati direttori di oggi, alla testa della Gustav Mahler Jugendorchester, formazione fondata da Claudio Abbado che vanta direttori ospiti e solisti d’eccezione come il baritono Matthias Goerne che a Ravello sarà interprete dei Wesendonck Lieder

 

Commenti

Translate »