Quantcast

Emergenza sicurezza a Sorrento: l’amministrazione comunale chiede una svolta nei controlli in strada

Più informazioni su

Emergenza sicurezza a Sorrento: l’amministrazione comunale chiede una svolta nei controlli in strada. A fornirci tutti i dettagli è Salvatore Dare in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Metropolis.

Biciclette elettriche in controsenso che fanno zig zag tra i passanti anche nel cuore dell’isola pedonale, tra piazza Tasso e corso Italia. Scooter e motociclette che sfrecciano a tutta velocità, anche nel cuore della notte, lungo via degli Aranci. Decine di auto e camion che quotidianamente rischiano di provocare un incidente perché se ne infischiano del divieto di svolta a sinistra alla salita del parco Tasso e continuano a invadere l’altra corsia. Per non parlare di qualche bus che, con assoluta impunità, si ferma a pochi metri dalle hall delle strutture ricettive, bloccando tutto magari per una sosta sul marciapiede.

A Sorrento estate (ma non solo) significa anche delirio per la mobilità. Si tratta di una vera e propria emergenza quotidiana che si riflette anche sulla qualità ambientale e di vivibilità della cittadina – che si registra specialmente in centro. Tanto che il sindaco Massimo Coppola, nei giorni scorsi, ha deciso di annunciare la sua richiesta di maggiori controlli alle forze dell’ordine. «Predisporre controlli mirati ad automobilisti e centauri, in particolare lungo Corso Italia e via degli Aranci, in grado di garantire una piena sicurezza per i pedoni, e una maggiore vivibilità per i residenti» è ciò che chiede apertamente il primo cittadino di Sorrento in una lettera inviata ai vertici locali di carabinieri, polizia e polizia municipale.

A spingere il sindaco di Sorrento a richiedere la collaborazione delle forze dell’ordine, anche le numerose segnalazioni di veicoli che, soprattutto in orari serali e notturni, oltrepassano i limiti di velocità fissati dalla legge, rappresentando un enorme pericolo per cittadini e turisti.

Ci sono numerose criticità che si avvertono h24 a Sorrento. Innanzitutto, l’incubo di nuovi incidenti con pedoni che spesso rischiano di essere investiti in prossimità degli attraversamenti pedonali. Succede in particolare lungo via degli Aranci, un rettilineo che nonostante il potenziamento dell’illuminazione, diventa, dopo mezzanotte, una sorta di circuito: ciclomotori e motociclette scorrazzano a tutta velocità, violando apertamente i limiti imposti dal Codice della Strada, magari con modifiche al motore con accorgimenti illegali alla cilindrata. Per non parlare di ciò che accade anche in pieno giorno al parco Tasso. Chi sale dalla piazza e raggiunge via degli Aranci obbligatoriamente deve svoltare a destra, verso l’ospedale Santa Maria della Misericordia. È una indicazione necessaria per evitare di impegnare la sede stradale con il flusso di veicoli diretto al rione Marano. E invece no, un esercito di incivili – a dispetto di quel che precisa la segnaletica – gira a sinistra. Il risultato è quello di aumentare il pericolo per gli altri veicoli e per i pedoni.

Senza dimenticare ciò che avviene lungo il corso Italia, di notte e di giorno: bici in controsenso, mezzi elettrici anche nel tratto pedonale e slalom pericolosi tra passanti, turisti e clienti dei locali.

Insomma, l’emergenza c’è e l’amministrazione chiede una svolta nei controlli su strada.

Più informazioni su

Commenti

Translate »