Quantcast

“Domina. Donne all’ombra del Vesuvio”

Pompei (NA) Con quella di questa sera sono cinque le serate che saranno dedicate alla poliedrica e controversa condizione femminile a Pompei, che sarà illustrata ai visitatori dalle guide nell’ambito della rassegna “Campania By Night” (SCABEC). Le date degli appuntamenti programmati: sabato 28 agosto 2021, venerdì 3 settembre 2021; sabato 4 settembre 2021; venerdì 10 settembre 2021; sabato 11 settembre 2021, sempre dalle ore 20 alle 22:00. Visite guidate notturne dunque presso il Parco Archeologico di Pompei dal tema: “Domina. Donne all’ombra del Vesuvio”, percorsi dedicati alla figura della donna nella società romana. Un viaggio nella vita al femminile di duemila anni fa per scoprirne la realtà ed il mito: donne di potere o schiave, sottomesse o privilegiate e facoltose, coraggiose imprenditrici o impegnate nella cura della domus, madri di imperatori, erudite poetesse o custodi dei culti. Sono molti i volti e le storie che i luoghi dell’antica città romana restituiranno ai visitatori attraversando le sue strade. Le luci nel buio tratteggeranno i lineamenti di figure affascinanti, un esempio su tutte Eumachia, che potrebbe essere definita la prima vera donna “imprenditrice” della storia: anche se della sua biografia conosciamo ben poco, il ritrovamento di una statua in suo onore nel Foro (foto in basso) e l’importanza che aveva all’interno del tessuto commerciale della città l’edificio a lei intitolato ci fanno ipotizzare che questa donna, sacerdotessa di Venere e patrona dei lavandai, dovesse essere un personaggio di spicco nella società pompeiana di epoca augustea. Fu lei, infatti, a desiderare fortemente e a realizzare la costruzione dell’imponente edificio che doveva ospitare il mercato della lana: membro di un’antica famiglia di Pompei, Eumachia diventerà sacerdotessa e, grazie agli sforzi economici profusi per incrementare il commercio manifatturiero, protettrice della corporazione dei lanaioli e dei tintori. Una donna attenta alle tradizioni, tanto da dedicare l’edificio alla Concordia Augusta e alla Pietas, ma ancor più alla carriera: alcuni studiosi ipotizzano infatti che la costruzione del complesso sia stata ordinata e pagata a sue spese per favorire la carriera politica del suo unico figlio Marco Numistro Frontone, divenuto poi effettivamente duoviro nel 2 a. C.

info: https://www.scabec.it/progetti/campania-by-night

Generico agosto 2021

Commenti

Translate »