Quantcast

Dal primo settembre green pass obbligatorio per treni, aerei e navi a lunga percorrenza

Torna la presenza del controllore a bordo

Enrico Giovannini, Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, in una intervista rilasciata a Rai News 24 ha dichiarato: «Per treni, aerei e navi a lunga percorrenza sarà obbligatorio il green pass dal primo settembre. Questa è una misura di sicurezza per tutti. Si ripristina la figura del controllore sui mezzi o a terra per ridurre l’affollamento su mezzi pubblici. Ieri era la scadenza per la presentazione dei piani regionali per il trasporto pubblico locale. Li abbiamo analizzati e ci incontreremo con i presidenti delle regioni giovedì mattina proprio per fare le nostre osservazioni. Il governo ha messo in campo risorse senza precedenti. Per il secondo semestre di quest’anno ci sono oltre 600 milioni di euro per i servizi aggiuntivi che le regioni devono mettere in campo sulla base dei cosiddetti tavoli prefettizi e 800 milioni per compensare le perdite o i maggiori costi per la sanificazione. Tutto è pronto per la pianificazione. Il tema cruciale sono i controlli. In queste linee guida si ripristina la figura del controllore sui mezzi o a terra per ridurre l’affollamento” sui mezzi pubblici».

L’obbligo della certificazione per gli spostamenti in Italia non si applica né ai bambini con meno di 12 anni, né ai soggetti esentati per motivi di salute dalla vaccinazione, i quali ovviamente dovranno avere con sé una certificazione medica.

Insomma, uscire di casa senza green pass in tasca sarà sempre più limitativo non solo per le attività lavorative e del tempo libero, ma anche anche per i semplici spostamenti tra una regione e l’altra.

Commenti

Translate »