Quantcast

Critico il primo soccorso in costiera amalfitana, carenza di ambulanze medicalizzate

Il mese di agosto in costiera amalfitana è iniziato con un elevato numero di richieste di soccorso, legate soprattutto alle temperature elevate che causano malori che spesso richiedono un’assistenza medica. La prima domenica di questo caldo mese estivo, però, è stata segnata da un disservizio sanitario che ha creato notevoli disagi e ritardi negli interventi di primo soccorso.

Purtroppo sentirsi male ad agosto in costiera amalfitana è un rischio enorme perché il servizio di primo soccorso non è in grado di garantire degli interventi immediati per la mancanza cronica di personale sanitario. Completamente scoperte nel primo giorno di agosto le postazioni Saut di Maiori e Positano. A questo dato già di per sé grave si aggiunge anche la presenza di un’unica ambulanza con la presenza di un medico a bordo. Ambulanza che si trova nella postazione di Amalfi.

Ovviamente le richieste sono molteplici e si cerca di fare il possibile ma chiaramente non basta perché sappiamo benissimo che l’estate in costiera vede un aumento esponenziale delle presenze e, di conseguenza, delle richieste di primo soccorso per episodi di malessere più o meno gravi.

Diventa quindi indispensabile aumentare immediatamente il numero delle ambulanze medicalizzate e distribuirle sapientemente sul territorio della costiera amalfitana in modo da garantire la sicurezza di turisti e residenti e scongiurare il verificarsi di tragedie.

Commenti

Translate »