Quantcast

Coronavirus: boom di positivi a Castellammare di Stabia, 70 in 15 giorni

Coronavirus: boom di positivi a Castellammare di Stabia, 70 in 15 giorni. Ce ne parla Vincenzo Lamberti in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Metropolis. 

A distanza di 15 giorni arrivano i nuovi report sulla diffusione del contagio per la città di Castellammare. Sono 67 i nuovi positivi comunicati dall’Asl al comune stabiese su 835 tamponi effettuati. Un balzo in avanti corposo della linea del contagio che tiene conto sicuramente del periodo estivo e dei contatti che in questo periodo si sono moltiplicati. La buona notizia è che di questi ultimi positivi non vi sono ospedalizzati. La maggior parte degli infetti di questo report, secondo l’Asl, sono tutti asintomatici o avvertono pochi sintomi tali da non dover prevedere un ricovero in ospedale. L’ultimo report comunicato all’amministrazione comunale, lo scorso tre agosto, faceva riferimento a 22 i cittadini positivi. Nei giorni scorsi, infatti, è anche stato riaperto alle Terme Antiche il punto in cui vengono svolti i tamponi. Tante le famiglie che, tornate dalle vacanze, alcune anche all’estero, hanno voluto controllare la propria situazione di salute. Nei comuni vicini, invece, la situazione resta al momento tranquilla. A Torre Annunziata, che nei giorni scorsi ha visto crescere pericolosamente la curva e l’indice di contagio, ieri giornata sostanzialmente positiva: il report parla, infatti, di zero contagi e zero guariti. Nella vicina Torre del Greco, invece, sono saliti di tre i positivi che hanno effettuato un tampone di controllo. E resta sempre alta l’attenzione nel Covid Hospital di Boscotrecase dove il reparto della sub-intensiva è ormai pieno, così come anche quello della pneumologia. In Campania risale il tasso di positività che passa dall’1,29% di due giorni fa al 2,79% di ieri; i positivi sono 531 su un totale di 19.013 test. Secondo il bollettino dell’Unità di Crisi della Regione si registrano 13 deceduti (4 nelle ultime 48 ore, 9 morti in precedenza ma registrati ieri). In calo l’occupazione delle terapie intensive, 20 rispetto al dato precedente di 23; in leggero aumento i ricoveri nei reparti ordinari: si passa dai 362 di due giorni fa ai 366 di ieri.

Arrivano anche importanti novità per il certificato vaccinale.

In occasione della conversione in Aula alla Camera del decreto sul Green Pass del 6 agosto, l’esecutivo presenterà – secondo fonti di governo – un emendamento per l’estensione del certificato verde da 9 a 12 mesi dalla seconda dose. Ossia, fino a oltre la fine dell’anno per coloro che hanno ricevuto la somministrazione per primi, in particolare gli operatori sanitari, e a seguire per gli altri. La discussione passerà poi in Senato dove si prevede che si concluda entro metà settembre. In linea con i tempi – è stato sottolineato – di una decisione sulla terza dose da parte degli enti regolatori. Atteso, intanto, il parere del Cts. Che non dovrebbe, con tutta probabilità, essere negativo su questo tema così sentito.

Commenti

Translate »