Quantcast

Chiazze nel mare della Costiera Amalfitana: acque sporche a Ravello e Maiori

Chiazze nel mare della Costiera Amalfitana: acque sporche a Ravello e Maiori. Ce ne parla Salvatore Serio in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano La Città di Salerno.

Nella mattinata di ieri il mare di Maiori si è improvvisamente tinto di marrone. La causa è stata la rottura della condotta idrica proprio nel tratto sottostante la strada statale 163. La grande quantità d’acqua uscita dalla conduttura è finita in mare, portando con sé il terriccio presente sul costone, che ha oscurato il tratto di mare interessato. Il guasto ha provocato problemi al servizio idrico nel paese costiero. In diverse zone e per gran parte della giornata di ieri, infatti, i cittadini hanno lamentato l’assenza di acqua corrente. Non la situazione migliore in particolare in questo periodo dell’anno a causa del grande caldo che richiede un consumo maggiore della risorsa idrica.

Sul luogo del guasto sono intervenuti immediatamente i tecnici comunali, costretti a lavorare anche su un altro tratto della condotta principale nel quale si è verificato un ulteriore problema. I cittadini hanno espresso tutta la loro rabbia e la frustrazione per una situazione di grave disagio attraverso i social. Gli addetti hanno affrontato molte difficoltà per riportare la situazione alla normalità a causa di un intervento su più zone che si è rivelato assai complesso. In difficoltà anche le strutture ricettive interessate dall’interruzione del servizio idrico. Proprio nel periodo clou della stagione turistica quello di ieri è stato un inconveniente che ha suscitato molti malumori.

Solo nel tardo pomeriggio le complesse operazioni di ripristino sono state ultimate e l’acqua è tornata a disposizione di turisti e residenti. Non un periodo fortunato per la Divina, visto che nei giorni scorsi si è verificato a Ravello l’ennesimo guasto alla condotta idrica in zona Via Marta. Il terzo in pochi mesi che ha spinto il sindaco Salvatore Di Martino ad annunciare ai cittadini che saranno esentati dal pagamento dell’ultima bolletta. Sulla questione è intervenuto anche il direttore generale di “Ausino”, Giuseppe Vitagliano , che ha inviato al Comune una missiva nella quale ha specificato che la colpa non è ascrivibile a cattiva gestione del servizio e che gli utenti che hanno diritto agli indennizzi saranno risarciti direttamente in bolletta.

Quella di ieri è stata una giornata decisamente nera per il mare della Costiera Amalfitana: se a Maiori lo specchio d’acqua si è colorato di una tinta scura a causa del terriccio e del materiale trascinato dalla pressione causata dalla rottura della condotta idrica, a Castiglione i bagnanti hanno segnalato l’imponente chiazza che si è fatta largo nella piccola baia. Una spuma giallastra e olezzi che, trascinati dalle correnti, sono giunti fin quasi sottocosta, accompagnati da un odore sgradevole. Complicato stabilire le cause che hanno provocato una situazione di questo tipo.

Urgente risolvere definitivamente il problema della depurazione in Costiera. Il dirigente provinciale, Angelo Cavaliere , in occasione dell’inaugurazione della condotta sottomarina di Cetara, annunciò che «entro settembre sarà inaugurato quello di Conca dei Marini che raccoglie anche i reflui di Praiano e Furore, e nella prossima primavera partirà l’impianto di Marmorata ».

Commenti

Translate »