Quantcast

Cava de’ Tirreni: San Francesco, 10 milioni per il restyling

Cava de’ Tirreni: San Francesco, 10 milioni per il restyling. Ce ne parla Giuseppe Ferrara in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano La Città di Salerno.

Rivoluzione in piazza San Francesco: il progetto ora all’attenzione della Regione Campania per intercettare un finanziamento da 10 milioni di euro. Il sindaco Vincenzo Servalli ha fatto sapere di aver inoltrato tutti gli incartamenti agli uffici tecnici di Palazzo Santa Lucia e che, entro settembre, dovrebbe arrivare l’ok al programma di riqualificazione dell’intera area che circonda il convento francescano. Nei mesi scorsi, infatti, il Comune ha rispolverato un vecchio progetto della precedente Amministrazione, allora guidata dal sindaco Marco Galdi . Ora, dopo una serie di modifiche e alcuni adeguamenti, il programma è pronto per essere sottoposto a vaglio della Regione Campania che dovrà dare il via libera al finanziamento per i lavori.

Sarà realizzato non solo un parcheggio interrato su due livelli per risolvere l’annoso problema della penuria di parcheggi, ma si disporrà anche una viabilità alternativa e soprattutto l’ampliamento della zona pedonale. «Rispetto al progetto originale – ha spiegato il sindaco Servalli – abbiamo aggiunto una serie di interventi ulteriori. In termini di viabilità sarà realizzata una nuova strada che porta alla chiesa patronale, mentre un’altra permetterà di girare intorno al convento così da poter ampliare la pedonalizzazione del centro storico. Chi viene da Salerno potrà quindi utilizzare il sottovia veicolare, chi invece deve andare al centro potrebbe imboccare agevolmente la nuova strada. Ora ci auguriamo solo che la Regione possa darci l’ok». Della revisione del progetto si è occupata l’assessore all’urbanistica Antonella Garofalo (di concerto con il consigliere del Psi Gaetano Gambardella ) che si è attivata per sottoporre a candidatura – all’ interno della progettazione e della programmazione amministrativa vigente – gli interventi che potranno essere finanziati, tramite la Regione, dal programma di rigenerazione urbana previsto dal Governo per la riduzione dei fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale nei Comuni. Considerato, però, che per ottenere il finanziamento c’era bisogno di candidare progetti in fase già avanzata, il Comune ha preferito rispolverare il vecchio piano che era stato previsto dall’amministrazione Galdi. E dunque si è convenuto di presentare i progetti che riguardano piazza San Francesco e il plesso di Santa Maria al Rifugio, per un totale finanziabile di circa 10 milioni di euro. Tale esigenza di riprendere il progetto di riqualificazione della piazza e realizzazione dei parcheggi interrati – in standby da quando, cinque anni fa, Servalli aveva deciso di dirottare i fondi già stanziati per questo intervento verso la ripresa dei cantieri del Palaeventi di Pregiato – nasce dalla necessità di rispondere a un’imminente carenza di posti auto a cui va incontro il centro città una volta che sarà realizzato il viale alberato in luogo delle aree di sosta sulla superfice del trincerone ferroviario di corso Principe Amedeo. È stato, infatti, stimato che – nonostante prima della realizzazione del boulevard sarà già reso disponibile il parcheggio interrato del trincerone, ormai prossimo all’inaugurazione – i nuovi posti auto non saranno sufficienti a sopperire alla mancanza di quelli attualmente presenti, per un totale di almeno 170 stalli di sosta in meno. Da qui alla necessità di individuare una soluzione, come quella del parcheggio interrato a due livelli di piazza San Francesco, che possa permettere di rispondere alla esigenza di nuovi stalli.

Commenti

Translate »