Quantcast

Capri, Marina piccola presa d’assalto: le proteste dei residenti

Capri, Marina piccola presa d’assalto: le proteste dei residenti. Ce ne parla Marco Milano in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Metropolis.

A Capri arrembaggio a Marina Piccola. Segnalazioni e proteste arrivano da proprietari di case e abitanti della strada che conduce alla baia dei Faraglioni in questi affollati e caldissimi giorni che precedono il Ferragosto 2021 sull’isola azzurra.

All’imbarcadero dello Scoglio delle Sirene, il piccolissimo punto di approdo nelle acque antistanti le sentinelle di roccia simbolo per antonomasia di Capri, infatti, secondo quanto avvistato nella zona, transiterebbero decine di imbarcazioni di buon mattino. Un vero e proprio “tappeto” di natanti di vario genere, tipo e dimensione, che rappresenta ancora una volta l’assalto alle povere azzurre acque isolane, autentico patrimonio naturalistico di Capri e del mondo. E, stando alle segnalazioni, si registrerebbero “arrivi” nelle ore del mattino mentre nella fascia pomeridiana le imbarcazioni ancorate a poca distanza tornerebbero ad avvicinarsi all’imbarcadero per recuperare turisti e traghettarli di nuovo verso la terraferma o altri approdi. E se per i tanti che amano questa baia unica al mondo per bellezza e magia e che ha fatto da location alle più suggestive pellicole che hanno fatto la storia del cinema italiano, “locandina” del film cult “L’imperatore di Capri” con protagonista l’immenso Totò, è un pugno nell’occhio vedere le acque di Marina Piccola prese in ostaggio come un atto di pirateria, anche altre sono i disagi e le criticità che vengono messe in luce in quello spicchio esclusivo della terra dei Faraglioni. Lunghe file, infatti, vengono sottolineate nel piazzale che sovrasta la spiaggia di Marina Piccola, la “piazza Antonio de Curtis in arte Totò”, in fasce orarie gettonate dai bagnanti che, in particolare, per la risalita, sono costretti ad attese da record della piazzetta.

A proposito di problemi sul fronte della viabilità terrestre, poi, va detto che la strada che dalla rotonda dei Due Golfi conduce lungo l’arteria  carrozzabile sino a Marina Piccola, off limits al traffico veicolare per i non residenti, è stata, invece, metaforicamente “fotografata” in più momenti della giornata in particolare stato di congestionamento di mezzi privati, moto e auto, che per numeri, sarebbero di gran lunga superiore all’intera popolazione residente che ha diritto di transito e accesso lungo quella via e che, quindi, si inoltrerebbero ben oltre il divieto di accesso ben posizionato all’inizio di via Marina Piccola che ricorda le limitazioni.

Commenti

Translate »