Quantcast

Atex: “In Penisola Sorrentina urgentissima la regolamentazione del settore extralberghiero”

Atex: “In Penisola Sorrentina urgentissima la regolamentazione del settore extralberghiero”. Riportiamo di seguito le parole di Sergio Fedele, Presidente Atex Campania:

In Penisola Sorrentina è urgentissima la regolamentazione del settore extralberghiero 

L’’emergenza Covid e il forte calo del numero di arrivi dei turisti, specialmente quelli stranieri, non ha  fermato a Sorrento  la corsa all’apertura di strutture extralberghiere in centro e in collina.m

Ci sono 44 nuove attività, tra bed and breakfast e affittacamere, nell’elenco diffuso dal Comune di Sorrento per la stagione 2021. Si tratta di un dossier che riepiloga gli avvisi di presentazione delle cosiddette Scia – segnalazione certificata di inizio attività – nel periodo compreso tra il primo aprile e il 30 giugno scorsi.

La nostra associazione Atex  rappresenta il settore Extralberghiero e a Sorrento è una delle associazioni più dinamiche.

Dovremmo essere soddisfatti per questo incremento.

Ed invece non lo siamo affatto e siamo molto preoccupati di questo ulteriore incremento quantitativo.

Se è vero che siamo stati e saremo sempre in prima linea per proteggere il settore Extralberghiero che oramai è una realtà consolidata in tutto il mondo,altrettanto è vero che tra le nostre assolute priorità c’è la richiesta di una indispensabile regolamentazione del settore che deve passare per la definizione di necessari limiti quantitativi accompagnati da una crescita qualitativa degli operatori.

Oggi è un far West che crea danni al territorio, al Turismo e soprattutto agli operatori che rispettano norme e regole.

La continua crescita incontrollata conferma l’esplosione del “Turismo di necessità” fenomeno che mina alle radici il Turismo di qualità.

Questo fenomeno negativo dipende essenzialmente dalla profonda crisi economica che non offre a tanti giovani attività alternative, anche in località limitrofe

Ma località turistiche come la Penisola Sorrentina non possono rimanere passive rispetto a tale scenario.

Per questo la prima richiesta che abbiamo fatto mesi fa  all’assessore regionale al Turismo dal primo giorno del suo insediamento è stata quella di affrontare la regolamentazione del settore extralberghiero e i primi passi sono stati fatti con l’istituzione del Codice Identificativo Regionale.

Per questo tra le prime proposte consegnate al Sindaco di Sorrento in occasione degli Stati Generali del Turismo c’è la regolamentazione del settore extralberghiero.

Per ora non è stata affrontata.

Se faremo parte della Costituenda Commissione Turismo del Comune di Sorrento, questo argomento sarà una assoluta priorità.

Sappiamo perfettamente che le normative nazionali e regionali limitano molto il campo d’azione dei Comuni in tali regolamentazioni ma non si può rimanere inermi.

Commenti

Translate »