Quantcast

Associazione Atex: l’autunno della Penisola Sorrentina nelle mani del Ministro Speranza…

Turismo estero tra quarantena obbligatoria e green pass

L’Atex Campania, affronta il tema del turismo esteri in penisola sorrentina fortemente condizionato dai periodi obbligatori di quarantena e dal green pass: Cinque giorni. Sono quelli di quarantena che servono per entrare in Italia dai Paesi compresi nell’elenco D e che potrebbero fare la differenza fra un autunno di ripresa o, al contrario, una stagione ancora di sofferenze.

Appesi a questi 5 giorni stanno gli operatori del turismo incoming, gli albergatori, le strutture extralberghiere, i fornitori di servizi e tutta la filiera turistica che aspetta di sapere, quale sarà la sua sorte nei prossimi mesi. Tutti in attesa che il ministro della Salute Roberto Speranza dia il via libera ai corridoi per il traffico dei tour operator che operano con l’estero e che prenda una decisione per quanto riguarda la quarantena obbligatoria di 5 giorni per chi arriva dal famigerato elenco D.

Che poi, nell’elenco D, sono compresi anche Stati Uniti, Canada e Giappone, che hanno un altro tipo di trattamento: chi arriva, infatti, da questi Paesi non deve autoisolarsi per 5 giorni, ma è sufficiente che sia dotato di un certificato equivalente al green pass europeo, ossia che possa dimostrare di essere vaccinato, guarito dal Covid o possessore di un tampone ad esito negativo. Tutto questo, fino al 29 agosto.

L’ultima ordinanza, infatti, ha come scadenza il 30 agosto: fino ad allora, chi proviene da Regno Unito, Emirati e tutti gli altri Paesi in elenco D deve necessariamente effettuare 5 giorni di quarantena prima di potersi muovere nel nostro Paese.

In sostanza, non viene e sceglie altre destinazioni.

In attesa della decisione, dalla Penisola Sorrentina sono molte le voci che chiedono di consentire l’accesso almeno ai turisti provenienti dal Regno Unito con una certificazione equivalente al green pass. Cosa che sbloccherebbe non pochi flussi verso la nostra Penisola e verso i nostri territori.

Sergio Fedele – Presidente Atex Campania»

Commenti

Translate »