Quantcast

Accordo di cooperazione inter istituzionale tra Capri e l’Università Federico II. “Lavoreremo per valorizzare ulteriormente il nostro territorio”

Accordo di cooperazione inter istituzionale tra Capri e l’Università Federico II. “Lavoreremo per valorizzare ulteriormente il nostro territorio”.

Con delibera del 6 agosto 2021, la Giunta Comunale di Capri ha approvato lo schema di “Accordo di cooperazione inter istituzionale” tra la Città di Capri e l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Centro interdipartimentale di Ricerca Laboratorio di Urbanistica e Pianificazione Territoriale “Raffaele d’Ambrosio” che sarà sottoscritto nei prossimi giorni.

D’ora in avanti l’Amministrazione Comunale di Capri e l’Università degli Studi di Napoli “Federico II” collaboreranno istituzionalmente e strategicamente per ulteriormente elevare sotto il profilo tecnico scientifico la qualità dei due importantissimi strumenti di pianificazione urbanistica (PUC) e marina (PUAD) in corso di elaborazione e fortemente voluti dalla Amministrazione di Capri e dal Sindaco Marino Lembo.
L’accordo istituzionale riveste un ruolo fondamentale per il rilancio della Città di Capri e della sua immagine e di ruolo internazionale dopo il periodo del lockdown e per il raggiungimento di importanti e strategici obiettivi per l’Isola di Capri, anche alla luce delle nuove linee guida del PNNR e delle possibilità che saranno offerte anche in campo europeo in materia di pianificazione urbanistica e territoriale, area marina, transizione ecologica, transizione digitale, riduzione emissioni CO2 e traffico. Attraverso la collaborazione interistituzionale con l’Università, la Giunta comunale, per ridurre il divario tra cittadini e amministrazione, si propone altresì di perseguire la transizione digitale.

Con l’obiettivo di avvalersi delle recenti direttive contenute nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) contenenti le linee europee per la transizione ecologica ed aventi notevole rilevanza anche ai fini della nuove strategie di governo del territorio, il Comune di Capri intende dotarsi degli strumenti di pianificazione del territorio e di tutela dell’area marina più innovativi ed aderenti anche agli obiettivi di transizione ecologica e di modernizzazione fissati dal PNRR attraverso l’utilizzazione delle risorse europee e nazionali che saranno messe a disposizione per meglio fronteggiare le sfide globalizzate dell’immediato futuro.

“Sono soddisfatto dell’Accordo con l’Università – afferma il Sindaco Marino Lembo – che permette di fare un salto di qualità estremamente positivo per quel che riguarda le problematiche relative alla pianificazione territoriale e a quelle che riguardano la difesa ambientale a partire dall’istituzione dell’Area marina protetta. Si tratta, finalmente, di mettere in pratica la visione di una Capri green in grado di valorizzare e tutelare il proprio grande patrimonio ambientale dell’Isola. Desidero ringraziare i professori Guglielmo Trupiano, Direttore del Centro universitario, nonché Marina Albanese Carmen Cioffi e Giovanni Del Conte per aver condiviso gli obiettivi ambiziosi che intendiamo portare avanti e la disponibilità anche personale fornita”.

Oltre al Sindaco Marino Lembo, grande soddisfazione è stata espressa dai principali artefici dell’accordo istituzionale raggiunto con il Centro Universitario.
In particolare, per gli aspetti che riguarderanno il nuovo Piano Urbanistico Comunale (PUC) e ogni altro aspetto fondamentale relativo al “governo del territorio” di Capri, Enrico Romano, Consigliere Delegato all’Urbanistica ed alla Programmazione Territoriale del Comune di Capri ha affermato: “in questo momento la Città di Capri sta perseguendo due obiettivi importantissimi ed ambiziosi quali il nuovo Piano Urbanistico Comunale e l’Area Marina Protetta in un scenario di nuove possibilità per l’Isola derivanti dal PNRR le direttive del PNRR e dei programmi europei “European Green Deal” e “Clean Energy for the EU Islands” e la collaborazione strategica e di alto valore tecnico scientifico con l’Università degli Studi di Napoli “Federico II” consentirà di elaborare al meglio il futuro dell’Isola di Capri, dei suoi Cittadini e della sua immagine internazionale”.

Per gli aspetti relativi al PUAD della nuova Area Marina Protetta, Paola Mazzina Assessore alla Cultura ed all’Area Marina Protetta del Comune di Capri ha affermato: “La scelta di avviare la collaborazione interistituzionale con l’Università è pienamente rispondente all’esigenza di avvalersi di figure scientifiche di altissimo profilo e rappresenta un segnale di discontinuità rispetto al passato ed una sfida per questa Amministrazione. La predisposizione dei due Piani servirà per definire il volto del futuro del nostro paese a terra e a mare. Per questi motivi si è ritenuto che tali scelte non potessero che essere affrontate attraverso un’unica visione d’insieme”.

Commenti

Translate »