Quantcast

A Sorrento una consulta per rilanciare il turismo

Più informazioni su

A Sorrento una consulta per rilanciare il turismo. A fornirci tutti i dettagli è Salvatore Dare in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Metropolis.

Confrontarsi con gli operatori, condividere iniziative e progetti, attivarsi per risolvere problemi e magari ridisegnare le proposte turistiche per il futuro.

Sono questi gli obiettivi del Comune di Sorrento che ha deciso di istituire la Consulta “turismo e promozione” della città. Fino al prossimo 10 settembre, esperti e operatori possono presentare la propria candidatura all’attenzione del sindaco di Sorrento, Massimo Coppola che, una volta scaduti i termini, provvederà alle nomine con tanto di decreto. L’incarico all’interno della Consulta (che sarà costituita da 11 membri) sarà totalmente gratuito (escluse ipotesi di rimborsi o compensi). Possono far parte dell’organismo cittadine e cittadini maggiorenni che abbiano i requisiti per essere eletti alla carica di consigliere comunale e, attraverso i propri legali rappresentanti, associazioni che operino in settori riguardanti l’accoglienza e il turismo (prevista incompatibilità con la carica di amministratore comunale, consigliere comunale, segretario di partito).

La Consulta punta a formulare pareri in ambito di promozione turistica e sulle strategie comunicative e di marketing rivolte ai mercati italiani e stranieri; promuovere iniziative atte a migliorare l’ospitalità e l’offerta turistica della città; sostenere iniziative per la scoperta, la valorizzazione e il coordinamento delle risorse presenti sul territorio per una migliore fruizione e valorizzazione dell’offerta turistica; favorire il raccordo tra le varie associazioni di categoria e le istituzioni locali.

Stando al crono programma dettato dall’amministrazione, la consulta sarà operativa già da metà settembre. La durata del mandato coinciderà con quella del consiglio comunale.

L’organismo si inserisce nell’ambito delle iniziative valutate già nel corso degli Stati generali del turismo di Sorrento durante i quali imprese e operatori sia del settore extralberghiero che alberghiero hanno formulato alla giunta Coppola numerose istanze e proposte per ridisegnare le proposte per i turisti.

Uno degli ultimi passi fatti dal Comune di Sorrento è indubbiamente la nascita del nuovo brando, “Sorrento aspetta te”, con banner pubblicitari che campeggiano anche in aeroporti e capitali estere (basti pensare ai bus londinesi o all’aeroporto di Monaco di Baviera).

È comunque un’estate estremamente complicata, difficile, per tutti coloro che lavorano nel turismo.

È durissima l’assenza dei clienti provenienti dalla Gran Bretagna che, anche a causa delle recenti disposizioni anti Covid assunte dal ministro della salute Roberto Speranza, infatti, hanno deciso di non tornare in penisola sorrentina. Il governo, infatti, prevede quarantena obbligatoria di cinque giorni e ciò evidentemente fa calare di molto il numero dei clienti intenzionati a raggiungere la Terra delle Sirene.

Un segnale di questa contrazione del mercato è anche la decisione, assunta dall’amministrazione comunale di Sorrento, di revocare la gara per affidare a terzi i servizi per gli arredi delle location comunali dove si celebrano i matrimoni civili.

Più informazioni su

Commenti

Translate »