Quantcast

“A” lo yacht a vela più grande del mondo fra Capri , Nerano , Positano e la Costa d’ Amalfi, Vico Equense e Sorrento per i fuochi di ferragosto

“A” lo yacht a vela più grande del mondo fra Capri , Nerano , Positano e la Costa d’ Amalfi, Vico Equense e Sorrento per i fuochi di ferragosto.

Yacht A

Sta girando in Campania fra la Costiera amalfitana e Penisola Sorrentina, alla fine ora si trova a Marina d’Equa in posizione di fronte Sorrento unico posto turistico , fra la provincia di Salerno e Napoli, dove ci saranno i fuochi d’artificio di ferragosto, grazie a un gruppo di albergatori .

La stagione dei grandi yacht continua. Questa volta l’attenzione di tutti converge  sulle acque blu del Mar Mediterraneo “A”, il superyacht a vela più grande del mondo.

Lo yacht, costruito nei cantieri di Nobiskrug e progettato dal rinomato architetto Philippe Stark. Appartiene al miliardario russo Andrey Melnichenko, n° 89 nella classifica mondiale dei super ricchi.

La nascita di questo gioiellino del cantiere tedesco nasce proprio dal desiderio del proprietario di sfidare, ma soprattutto superare, i limiti dell’ingegneria navale.

Il lussuoso yacht, infatti, è lungo ben 142,81 metri, alto 100 metri e con un pescaggio di 8 metri; grazie a queste dimensioni può ospitare fino a 74 persone, equipaggio incluso.

Il nome che si distingue per la sua semplicità, chiamato così affinché risulti primo in tutti i registri, si pone quasi in contrasto con la complessità del design e della tecnologia.

Di fatto “A” è considerato come uno dei superyacht più avanzati al mondo per le sue caratteristiche uniche.

E’ dotato di un pod di osservazione subacqueo, un sistema di propulsione ibrido diesel-elettrico e sistemi di navigazione digitalizzati (ogni funzione della barca può essere controllata da un unico schermo touch).

I tre alberi dello yacht a vela di lusso sono le strutture composite autoportanti più alte e più caricate al mondo. L’albero maestro si erge a 100 m sopra la linea di galleggiamento e finestre quasi invisibili conferiscono a questo yacht un aspetto futuristico.

Ma ciò che colpisce maggiormente l’occhio degli osservatori sono sicuramente le vele. Queste sono state tessute negli Stati Uniti e hanno una superfice addirittura superiore a quella di un campo da calcio.

Anche i materiali utilizzati sono stupefacenti: alberi in fibra di carbonio, scafo in alluminio con inserti sempre in fibra di carbonio per alleggerire la struttura, ponti in teak e vetri a prova di bomba

Commenti

Translate »