Quantcast

Vico Equense, continua la vergogna della chiusura del Pronto Soccorso dell’ospedale cittadino

Vico Equense. Continua ad essere chiuso il Pronto Soccorso dell’ospedale “De Luca e Rossano” tra l’indifferenza generale. Una vergogna per il sistema sanitario della penisola sorrentina e della Campania. A pagarne le conseguenze sono i cittadini che vivono una situazione di estremo disagio non potendo più contare sulla sicurezza di un punto di prima emergenza in città ed essendo costretti, in caso di malesseri ed incidenti, a raggiungere il Pronto Soccorso dell’ospedale di Sorrento o – in alcuni casi – quello del nosocomio “San Leonardo” di Castellammare di Stabia.

Oltre alle ripercussioni sui cittadini la perdurante chiusura del Pronto Soccorso di Vico Equense ha, come inevitabile conseguenza, una ripercussione sull’attività dell’ospedale di Sorrento dove il Pronto Soccorso è ogni giorno meta di tanti cittadini bisognosi di prime cure ai quali, nel periodo estivo, si aggiungono anche i turisti che spesso si rivolgono al presidio ospedaliero della città del Tasso in seguito a piccoli incidenti o malesseri.

Tra l’altro ricordiamo che l’ospedale di Vico Equense rappresenta un punto nevralgico poiché ospita i reparti di Ginecologia e Pediatria, due settori specialistici delicati e di grande importanza che mancano invece a Sorrento. Con la conseguenza che spesso, anche per il Primo Soccorso ginecologico o pediatrico, in tanti raggiungono il presidio ospedaliero sorrentino ma vengono poi inviati alla struttura sanitaria di Vico Equense, con disagi e soprattutto perdita di tempo che a volte potrebbe rivelarsi prezioso.

L’auspicio è che al più presto si possa dare ascolto alla richiesta dei cittadini che da tempo invocano a gran voce la riapertura del Pronto Soccorso dell’ospedale “De Luca e Rossano” di Vico Equense garantendo il diritto alla salute e coadiuvando in questo modo l’ospedale di Sorrento fortemente gravato dalla numerose richieste di prime cure.

Commenti

Translate »