Quantcast

Vaccino AstraZeneca, ritorna protagonista nella campagna vaccinale napoletana, c’è confusione con gli sms

Più informazioni su

Vaccino AstraZeneca, torna protagonista nella campagna vaccinale napoletana  con la somministrazione di più di 2mila seconde dosi, ieri, alla Mostra d’Oltremare.

Il bilancio del reclutamento è stato positivo per quanto riguarda le presenze ma caotico per le lunghe code e l’affollamento che ha preceduto il momento dell’iniezione, come si legge anche stamane dal quotidiano Il Mattino.

C’è chi ha atteso un’ora e mezza per guadagnarsi l’immunità e molti candidati hanno fatto notare la confusione nei messaggi di convocazione che, in alcuni casi, sono stati inviati più volte con informazioni differenti e successive rettifiche. Un pasticcio di cui gli over 60 napoletani si sono lamentati ma senza rinunciare alla somministrazione del siero anglo-svedese che, nel loro caso, «non fa più paura».

«Code e tempi di attesa lunghi prima dell’iniezione». A puntare il dito sul caos delle fasi di accettazione, prima dell’ingresso ai box vaccinali, sono stati i cittadini dai 60 anni in su, radunati ieri nell’hub di Fuorigrotta a distanza di circa 12 settimane dalla loro prima somministrazione.

Gli ultrasessantenni hanno dovuto fare i conti con file corpose di candidati che attendevano di entrare sia all’esterno dei cancelli, sia nel percorso al di sotto dei tendoni, nell’area all’aperto che precede l’ingresso del centro vaccinale. Le attese e l’affollamento dei candidati senior, esasperati dalla calura, non hanno impedito però che le somministrazioni si concludessero prima dell’orario previsto.

In pratica, le vaccinazioni per 2.204 persone su un totale di 2.359 convocati, sono state completate in anticipo rispetto alla programmazione delle sei fasce orarie organizzate a partire dalle 8.15 fino all’ultima convocazione delle 13.15. Le equipe mediche, infatti, hanno terminato le somministrazioni alle 12.55. «Le convocazioni degli over 60 comportano sempre un gran numero di persone che si presentano anche due ore prima rispetto alla convocazione», hanno spiegato gli operatori dell’hub che per evitare di far attendere le persone sotto il sole, hanno consentito l’ingresso a un numero maggiore di candidati nell’area sotto i tendoni.

Il malcontento degli over 60 è stato causato anche dal pasticcio degli sms. Una parte dei candidati che ieri attendevano in fila è stata raggiunta da più di un messaggio sul cellulare con indicazioni diverse per il vaccino. «Ho ricevuto 4 sms di convocazione per mercoledì 21 luglio, inizialmente per la Mostra d’Oltremare, successivamente per la Stazione Marittima e ancora un sms di rettifica che mi convocava nuovamente alla Mostra d’Oltremare» ha raccontato un 61enne napoletano che ammette di essere stato rassicurato dal ricevimento del quarto e ultimo sms dove «si confermava la convocazione nell’hub di Fuorigrotta».

Per la maggior parte dei casi, gli sms che hanno disorientato i candidati indicavano sempre lo stesso orario e la confusione per le informazioni diverse riguardava l’hub di destinazione.

Intoppi a parte, la campagna vaccinale prosegue oggi con l’accelerata degli Open Day. Da stamane fino alle 18, alla Stazione Marittima, e domani all’Hangar Atitech a Capodichino e nuovamente alla Stazione Marittima, sarà possibile ricevere la prima dose Pfizer.

Più informazioni su

Commenti

Translate »