Quantcast

Un Cervellone per ricordare Renato Nicolini

Più informazioni su

Roma – Renato Nicolini, architetto, politico e drammaturgo italiano, stimato assessore alla Cultura del Comune di Roma, legato alla penisola sorrentina perché pronipote dello scultore Giovanni Nicolini, che oltre alle opere presenti sul territorio, ha dato il nome a una delle più belle dimore storiche sorrentine, “Villa Nicolini” nel quartiere de “I Cappuccini” a Sant’Agnello (foto in basso),  sarà ricordato con una mostra interattiva intitolata “Il cervellone” nell’ambito della XXVII Edizione del Festival Villa Ada incontra il Mondo. “Il cervellone” vuole rendere omaggio a Renato Nicolini (1942 – 2012) ideatore dell’oggi famosa “Estate Romana” celebre manifestazione culturale organizzata dal Comune di Roma in diversi luoghi monumentali della capitale a partire dal 1977, durante le giunte di sinistra di Giulio Carlo Argan e Luigi Petroselli. “Il cervellone” è una mostra analogica e digitale che esalta la memoria collettiva ricorrendo a pannelli, stampe e mappe interattive, documentazioni multimediali, ricostruzioni in 3D, grazie alle quali i visitatori potranno rivivere gli eventi delle edizioni dell’Estate Romana di Renato Nicolini dal 1977 al 1985. In occasione dell’inaugurazione si svolgerà un dibattito durante il quale si discuteranno le finalità del progetto e la relazione sempre più complessa tra nuove tecnologie, cultura e territorio. L’esposizione si inserisce nella rassegna “La bella estate di Renato” a cura di Camilla De Boni, Marilù Prati e Stefano Simoncini. Nella foto a corredo dell’articolo, lo scrittore e storico locale Antonino De Angelis in compagnia di Renato Nicolini nell’estate del 2008, quando il dibattito per il rilancio socioculturale di Sorrento, si legò alla possibilità di seguire il modello Nicolini, rivelatosi vincente per Roma Capitale, idea che fu poi abbandonata dagli amministratori di quel tempo.
info:http://www.villaada.org

Generico luglio 2021

Più informazioni su

Commenti

Translate »