Quantcast

Torna il caldo africano con picchi oltre i 37°C. Temperature in aumento anche in Campania

Dopo una pausa di maltempo e temperature in discesa sta per tornare il grande caldo con temperature che potranno toccare picchi di oltre 37°C. Si tratterà – come riporta ilmeteo.it – della terza fiammata di calore di questa prima parte di stagione estiva.

Dopo il transito di un vortice ciclonico attualmente ormai collocato al Sud, l’estate si sta già riorganizzando ed è pronta a rimettersi in gioco. A dare la giusta spinta per una ripartenza in grande stile ci penserà, come accade ormai quasi sempre, il temutissimo anticiclone africano, deciso a riprendersi la scena sull’intero bacino del Mediterraneo.
Quali dunque le conseguenze per l’Italia?
Tornerà un’atmosfera decisamente più tranquilla, ma soprattutto molto più calda rispetto agli ultimi giorni. Prepariamoci anzi ad un aumento termico quasi esponenziale, con punte che saliranno fino a toccare e in qualche caso arrivare fino a quasi 40°C.
Non solo. Si tornerà anche a sudare anche a causa di un tasso di umidità in graduale aumento che provocherà in alcune zone del nostro Paese un caldo a tratti afoso. Del resto, questa è una delle principali caratteristiche (negative) dell’anticiclone africano che, a differenza del suo stretto e più “dolce” parente oceanico (anticiclone delle Azzorre), ospita non solo aria bollente, ma anche piuttosto umida visto il viaggio che deve affrontare sul mare nostrum.

Ma vediamo quando e soprattutto dove saliranno maggiormente i termometri.
I primi segnali di una nuova avanzata anticiclonica saranno ad appannaggio del Nord e di parte del Centro, dove ci sarà subito un ritorno alla stabilità atmosferica.

Al Sud, invece, a causa di una reiterata influenza da parte del vortice ciclonico i termometri registreranno una crescita meno incisiva e rapida.
Le cose cambieranno ulteriormente col passare dei giorni quando la vecchia area ciclonica si allontanerà definitivamente anche dal Sud lasciando così strada libera all’alta pressione africana che, gioco forza, non troverà più ostacoli per avvolgere praticamente l’intero Paese con il suo carico di calda stabilità.
Colonnine di mercurio dunque in aumento ovunque da Giovedì 22 e poi nel corso del prossimo weekend quando ci attendiamo l’apice di questa nuova fase rovente: sarà infatti nel fine settimana che registreremo i picchi più elevati.

Questa fase bollente durerà almeno fino a domenica 25 luglio.

Commenti

Translate »