Quantcast

Sorrento. Profondo Rosso: Eccellenza Scolastica

Più informazioni su

Sorrento. Profondo Rosso: Eccellenza Scolastica. L’INVALSI, l’Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione, ha rivelato che le prove di verifica effettuate al termine di due anni di DAD (didattica a distanza) hanno evidenziato che gli allievi, al termine dei cinque anni di scuola media superiore hanno evidenziato che il loro livello culturale è pari a quello rilevabile al termine della scuola media inferiore. Se la diagnosi fosse esatta dovremmo dedurne che neanche nel corso del triennio precedente il livello culturale degli allievi si è innalzato. La DAD, infatti, non è stata introdotta cinque anni fa, ma solo due anni fa. A mio personale avviso tali valutazioni non sempre rispecchiano la realtà, ma è certo che la scelta della scuola media superiore da frequentare è condizionata da pressioni familiari, indicazioni dei docenti della scuola media inferiore, future opportunità lavorative, etc.  Frequentemente fra i docenti dello stesso Istituto e fra Istituti inizia una gara che se non consente loro di salire sul gradino più alto del podio emulano i calciatori inglesi che, sconfitti, hanno dismessa la medaglia loro assegnata dall’esito della partita. Se la gara è leale gli allievi se ne avvantaggeranno, se è sleale ci rimetteranno tutti. Immaginate una classe nella quale vengono iscritti solo gli allievi che hanno conseguito la licenza media con l’ottimo e con qualche distinto (allievi che vengono da famiglie della buona borghesia dove si parla un buon italiano e le capacità logico –matematiche se scadenti vengono supportate da lezioni private) ed una classe dove vengono iscritti coloro che hanno conseguito la licenza con la sufficienza o con il buono (le famiglie parlano in dialetto ma frequentemente le capacità logico – matematiche sono sufficientemente sviluppate perché i ragazzi sono abituati a far i conti con tutto quello che non possono comprare); sarà facile seminare e raccogliere nelle classi DOP, sarà difficile seminare e raccogliere nelle classi no DOP … spesso la messe è scarsa. A volte, per fortuna raramente, qualche docente, pur di emergere, pur di sentirsi primo della classe, bara al gioco ed insegna agli allievi come barare, come apparire preparati, come e dove prelevare l’elaborato già svolto.

In questi giorni sono tornati alla mente una miriade di ricordi spiacevoli, ma ho ricordato con orgoglio quanto mi disse un’allieva al termine della prova di ragioneria: lei ha dato dignità e valore alla nostra prova, grazie prof.

Ho sentito il bisogno di raccontarvi una storia che ha dell’incredibile. Un ragazzo con sospetta sindrome di Asperger si è iscritto ad un eccellente liceo classico ad indirizzo linguistico ed ha chiesto di non avvalersi del PDP per non sentirsi a disagio. Dopo il 5° giorno di frequenza la coordinatrice della classe convoca i genitori per dire loro che essendo il loro Istituto Eccellente non potevano perdere tempo con allievi problematici. I genitori chiesero il PDP, non senza proteste dell’eccellente liceo che, convocato un consiglio di classe straordinario, invitò i genitori a spostare l’allievo in un istituto dove tutti venivano promossi. Il PDP veniva effettuato in modo anomalo, le interrogazioni iniziavano con dichiarazioni del tipo “tanto per quel che vale”  che mettevano in crisi il ragazzo. Alle lezioni in DAD partecipava l’intera famiglia atteso che non avevano un ambiente idoneo da mettere a disposizione del ragazzo e registravano le lezioni perché potesse riascoltarle. Ma la decisione era stata presa sin dall’inizio dell’anno: chi si impegnava a chiedere il nulla osta per iscrivere il figlio in un istituto dove tutti sarebbero stati promossi otteneva il rinvio a settembre con un paio di debiti; chi non aderiva all’invito avrebbe subito la bocciatura del figlio. Il nostro ragazzo è stato l‘unico bocciato perché i genitori si sono rifiutati di subire il ricatto. Quale sistema migliore per diventare un LICEO ECCELLENTE ?

Più informazioni su

Commenti

Translate »