Quantcast

Salernitana:colpo in attacco

Più informazioni su

    La Salernitana cercava un centravanti e, dopo varie settimane giunge ( Fonte sito minuti di recupero ) alla corte di Fabrizio Castori il calciatore Andrea Favilli, classe 1997 e numero nove di altri tempi, per caratteristiche tecniche e fisiche.

    Il giocatore arriva in prestito dal Genoa e, sulla carta dovrebbe instradare i granata sui binari della salvezza, garantendo qualche gol pesanti utile a portare punti vitali.

    Il grosso problema che Favilli si porta dietro, banalmente, è molto semplice da individuare: segna poco. Il che non rappresenta necessariamente un limite se implementato a una squadra con altri sbocchi e funzionalità, ma diventa fondamentale se il club in questione è la Salernitana, che di attaccanti da massima categoria non ne ha.

    Nulla vieta che il direttore sportivo Fabiani possa intervenire ulteriormente in entrata, ma ad oggi una squadra con il solo Favilli di punta è una bella scommessa. Tuttavia, visto che il ragazzo originario di Pisa ha solo 24 anni, non è detto che in un contesto particolarmente favorevole possa trovare la sua massima espressione.

    Al momento, Favilli non ha ancora dimostrato interamente di essere un attaccante prolifico anche per la Serie A. Infatti, per risalire alla sua ultima stagione terminata in doppia cifra, bisogna tornare indietro addirittura ai tempi della Primavera della Juventus, stagione 2015/16.

    Nel professionismo, viceversa, la miglior annata a livello realizzativo è stata in B, ad Ascoli, con 8 gol segnati. Nella massima serie, infine, Favilli ha segnato solo 2 gol, entrambi con il Verona lo scorso anno. Insomma, il trend è questo e non si è ancora capito se e come potrà essere invertito.

    Ci proverà Castori, forse, costruendogli una squadra in grado di valorizzarne il fisico imponente e la presenza in area avversaria.
    fonte salernitana news

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »