Quantcast

Rifiuti e roghi a Cava de’ Tirreni: in campo una task force

Rifiuti e roghi a Cava de’ Tirreni: in campo una task force. Ce ne parla Simona Chiariello in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Roghi molesti e caccia ai furbetti del sacchetto selvaggio: in città è partito il piano estate sicura, predisposto dall’assessorato alla sicurezza, retto da Germano Baldi, di concerto con il comando di polizia locale. Ieri mattina dalle parole si è passati ai fatti. Alle prime luci del giorno sono stati segnalati i primi fuochi cosiddetti di pulizia. E così, secondo quanto annunciato nelle scorse settimane, i volontari si sono posizionati sulle pendici di Monte Castello e non appena hanno avvistato il fumo, hanno chiamano i vigili e gli uomini della protezione civile che sono intervenuti per controllare e sanzionare. «È vietato accendere fuochi fino a fine di settembre – spiega l’assessore Baldi – Purtroppo in città c’è la cattiva e pericolosa abitudine di accendere fuochi per eliminare le sterpaglie. I rischi sono altissimi sia per l’inquinamento sia per il propagarsi delle fiamme». Non si fermano i controlli in materia di igiene ambientale volti al contrasto delle cattive abitudini delle utenze domestiche e non domestiche circa il conferimento dei rifiuti fuori calendario e non correttamente differenziati. I controlli, in sinergia tra la polizia municipale-ambientale e Metellia Servizi, si sono svolti nei giorni di mercoledì e giovedì.

LA MOVIDA Le zone interessate sono state le frazioni di San Pietro e SS. Annunziata, località la Serra, via Gaudio Maiori (zona industriale), via Angeloni e via Petraro Santo Stefano. Nel corso degli accertamenti, grazie ad attente ispezioni delle buste conferite, sono state accertate 5 violazioni di cui 2 utenze commerciali e 3 utenze domestiche. Con l’entrata in funzione del sistema pese dinamiche per controllare i mezzi superiori alle 40 tonnellate che non possono passare sul tratto autostradale Salerno Cava e viceversa, si è notevolmente ridotto il transito dei camion sul territorio cittadino. Prima uscivano per attraversare la città di Cava de’ Tirreni i mezzi superiori a 7,5 tonnellate. L’assessore Baldi ha predisposto controlli quotidiani da parte dei vigili urbani e fino ad oggi sono stati elevati circa 65 verbali. «Siamo a pochi giorni dal provvedimento e man mano che gli autotrasportatori prenderanno coscienza del provvedimento, certamente il numero dei mezzi pesanti che attraversano la nostra città si ridurrà ulteriormente» precisa Baldi. Negli ultimi giorni sono state elevate numerose sanzioni. «Nei prossimi giorni concentreremo anche la nostra attenzione sulla movida, abbiamo predisposto posti di blocco e controlli nei punti caldi, come in piazza San Francesco e via Sorrentino, luoghi di ritrovo dei giovanissimi, spesso segnalati dai residenti e cittadini per schiamazzi».

Commenti

Translate »