Quantcast

Ricordando Raffaella Carrà con Mvula Sungani

Ho conosciuto Mvula Sungani, coreografo, regista e autore televisivo nel 2018 durante la kermesse culturale e musicale “Sorrento Incontra” di cui è stato ottimo Direttore Artistico, proponendo in quell’indimenticabile estate 2018 una serie di artisti e musicisti di alto profilo,  supportato dall’ex Dirigente alla Cultura Antonino Giammarino, che collaboró anche all’aspetto autoriale.  Del  suo prestigioso curriculum mi colpirono subito gli inizi con Raffaella Carrà, anzi a dirla tutta, Mvula è stato quello che si dice un  enfant prodige, e fu a soli 13 anni che  venne scoperto da Raffaella Carrà, grazie alla quale  danzò e cantò in diversi programmi.  La bolognese Raffaella Pelloni in arte Raffaella Carrà per me è stata  e rimarrà per sempre un mostro sacro dello spettacolo internazionale, un’icona della radiotelevisione italiana e della musica che oggi, impropriamente, indico come “leggera” italiana. Mi resi conto da subito che Raffaella per Mvula era stata una Maestra davvero speciale. Per questo motivo oggi, vinta l’emozione e la profonda tristezza per la scomparsa di questa straordinaria artista  ho contattato Mvula cercando di muovermi con accortezza nella cristalleria delle emozioni di chi ha perso una persona cara e gli ho chiesto un ricordo di Raffaella, perchè solo chi ha veramente conosciuto una persona sa donarti di lei qualcosa di speciale: i ricordi che di lei ti rimangono dentro che, come scrive il romanziere John Banville, battono come un secondo cuore;  queste sono le parole che da New York  Mvula  ha  scritto in un post  che condivido con i lettori di Positanonews. “Avevo 12 anni quando hai scoperto il mio talento tra migliaia, l’hai incanalato, l’hai guidato, l’hai curato amorevolmente, mi hai trasmesso la cultura del lavoro, quello duro, necessario per raggiungere qualsiasi obiettivo. Mi hai fatto scoprire New York, la città che amo di più. La mia madrina artistica, il mio mito, la mia mentore. Una donna forte, determinata, dolce, energica, una professionista unica, una guida paziente, un adorabile zia, una persona splendida! Sei questo è molto altro per me Raffaella… Ora le stelle avranno la grande fortuna di ammirarti da vicino 💙” Mvula Sungani,  New York, 5 luglio 2021.

di Luigi De Rosa

Commenti

Translate »