Quantcast

Ravello, il cordoglio del giornalista di Amalfi Sigismondo Nastri per la scomparsa di Giorgio Filocamo

Amalfi. Il giornalista Sigismondo Nastri, con un post pubblicato sulla sua pagina Facebook, dedica un commosso ricordo a Giorgio Filocamo, re del corallo nella città di Ravello, scomparso oggi: «C’è stato un periodo di intensa attività a Ravello: le favole dei vip (uno per tutti: Giulio Andreotti), presentazioni di libri (quello di Spinosa su Vittorio Emanuele III, ad esempio), convegni (ricordo quello dei ministri degli esteri dei paesi del Mediterraneo). Non solo concerti. Non c’era la Fondazione. Prevaleva quello che unisce una comunità rispetto a quello che la divide.

Frequentavo Ravello per seguire le varie manifestazioni che vi si svolgevano e riferirne sul giornale.

Ricordo che la piazza s’era arricchita delle vetrine di Giorgio Filocamo e Gerardo Sacco. Nacque allora il mio rapporto di amicizia con Giorgio, uomo colto, saggio, simpatico, oltre che maestro eccelso nella lavorazione del corallo. Tanto innamorato di Ravello da allestire qui il suo museo: pezzi unici di straordinario valore.

Poi con l’andare del tempo, e l’avanzare dell’età e degli acciacchi (che mi hanno imposto uno stile di vita meno… agitato) ci siamo persi di vista. Peccato! Conservo cara una piccola croce che volle regalarmi: con mia grande sorpresa mi fu recapitata a scuola, una mattina, tramite un collega di Ravello.

Alla moglie, alle figliuole, a tutti i familiari giungano le mie più sentite condoglianze».

Commenti

Translate »