Quantcast

Positano, Il sindaco Guida “Nessuna variante Delta, che l’estate prosegua tranquilla e in sicurezza”

Più informazioni su

Positano, Costiera amalfitana. “Nessuna variante Delta” a comunicarci ufficialità il sindaco Giuseppe Guida. 

Tira un sospiro di sollievo la perla della  Costiera Amalfitana e si prepara a un’ estate “positiva” solo per il turismo a questo punto. “La stagione  prosegua tranquillamente e in serenità, ma con prudenza e sempre rispettando le regole”, avverte il primo cittadino.

C’è ottimismo per i circa 20  tamponi che si terranno entro il 15 luglio, mentre continuano i vaccini ,  che “verranno fatti a tutti anche ai minorenni,  ma che si faranno prima di tutto ai pochi rimasti di ogni categoria, ringraziamo tutti per il lavoro straordinario”. I complimenti vanno all’ Hub vaccinale del poliambulatorio Fiorentino di Via Pasitea, al medico e a tutti gli operatori e ai volontari.

Si è parlato di variante Delta, voce che si è insistentemente diffusa in paese, ma non è così. L’Istituto Zooprofilattico di Portici ha accertato la verità, per fortuna.

Intanto la catena dei contatti è stata ricostruita e circa una ventina di persone sono regolarmente e responsabilmente in quarantena , i due contagiati sono paucisintomatici, e questo fa ben sperare.

In Costiera si temeva la  “variante indiana”  vista la vicinanza ai numerosi cluster in terra partenopea,  che in Campania si è sviluppata a Napoli e provincia. Qui la “Delta” fa paura il doppio, in vista della ripresa del comparto turistico che proprio in queste settimane ha lanciato buoni segnali di ripresa dopo mesi di grande sofferenza, Positano è sempre una grande meta turistica attrattiva.

La variante Delta è presente ad Agerola e a Vico Equense, due località confinanti ed in osmosi socioeconomica con Positano e la Costa d’Amalfi.

Il sindaco di Positano ribadisce che l’unica arma a disposizione dei suoi concittadini è quella di rispettare il più possibile le poche regole con le quali abbiamo imparato a convivere ormai da tanto tempo: «L’appello è quello di rispettare la normativa – dice Guida – affinché il virus non sia trasmesso facilmente».

Per la Costiera amalfitana la pandemia ha rappresentato lo stop delle attività ricettive che ha creato una grave crisi economica non solo per gli imprenditori, quanto per i migliaia di stagionali del turismo che si sono ritrovati senza lavoro.

Quella 2021 sarebbe dovuta essere l’estate della ripartenza e negli ultimi mesi istituzioni e privati hanno lavorato alacremente per consentire ai turisti di godersi una vacanza in Costiera in tutta sicurezza. Circa al 75% della popolazione è stata inoculata la prima dose del vaccino anti Covid, a dimostrazione dello sforzo organizzativo per farsi trovare pronti alla partenza della stagione turistica.

La variante Delta, però, preoccupa anche per la sua resistenza all’effetto di determinati vaccini. In tal senso il delegato alla sanità della Conferenza dei Sindaci Costa d’Amalfi, Andrea Reale, chiede la collaborazione dei cittadini perché la pandemia non è ancora superata: «Dobbiamo pedissequamente tenere le distanze e tenere la mascherina. Ci ritroviamo con uno dei ristoranti più accreditati della Costiera, un locale storico, costretto a chiudere con trenta perone a casa in attesa dell’esito del tampone e due persone positive – chiarisce Reale – . Gli imprenditori si sono attrezzati, abbiamo vaccinato oltre il 75% degli abitanti ma la ricetta fondamentale è essere tutti soggetti attivi di protezione civile anti- Covid. Il problema è di tutti, non solo di Positano»

Ma ora abbiamo avuto la conferma che non si tratta di Delta ed è una buona notizia.

Più informazioni su

Commenti

Translate »