Quantcast

Morto a 78 anni Giuseppe Tesauro grande giurista della scuola napoletana + presedente emerito della Corte Costituzionale ed ex Banca Carige. foto

Più informazioni su

Arrivano in primis apertamente dal Comune di Sanza nella diocesi di Teggiano-Policastro le sentite condoglianze alla Famiglia dal Cav. N. H. Attilio De Lisa (insignito Cavaliere al merito della Repubblica Italiana con il Presidente Sergio Mattarella di cui onorificenza ricevuta presso la Prefettura di Salerno da parte del Prefetto Francesco Russo e sia dipendente di ruolo dell’ASL Salerno al Presidio Ospedaliero Ospedale dell’Immacolata di Sapri con il ricordo di don Giovanni Giovannino Iantorno che Presidente Sezione di Sanza Associazione Nazionale Combattenti e Reduci Federazione di Salerno) che ha avuto l’onore di incontrarlo in varie occasioni ricordando sia a Sanza la prima volta in occasione di una Lectio Magistralis che si è tenuta il 24 luglio 2010 dal titolo “i nostri valori fondamentali, tra Costituzione ed Europa”. Un appuntamento atteso da tutta la comunità locale di Sanza che nel contempo ha voluto tributare un omaggio alla straordinaria figura di Tesauro originario del Comune di Bellosguardo nel Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni.
Dagli Alburni alla vetta delle istituzioni italiane. Giuseppe Tesauro, nato a Napoli da una famiglia originaria di Bellosguardo come già citato, negli Alburni, è un giurista italiano, giudice costituzionale dal 2005 e dal 31 luglio 2014 il nuovo Presidente della Corte Costituzionale. Lo ha annunciato allora il segretario generale della Consulta Carlo Visconti. L’elezione di Tesauro e’ avvenuta con 7 voti favorevoli contro 6. Tesauro, ex presidente dell’Antitrust, terminera’ il suo mandato alla Corte il prossimo 8 novembre. E’ infatti stato nominato giudice costituzionale l’8 novembre 2005 dall’allora presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. Con una grande carriera universitaria e legale alle spalle, nel 1997 fu scelto dai presidenti di Camera e Senato, Luciano Violante e Nicola Mancino, come Presidente dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato. Sue le iniziative di tutela contro i cartelli assicurativi, le industrie del tabacco e la critica della legge Gasparri sul sistema radiotelevisivo per gli aspetti della concorrenza. Tesauro nel 2010 a Bellosguardo ha ricevuto la cittadinanza onoraria; la sua famiglia infatti è originaria del piccolo centro degli Alburni. Ma Tesauro è un frequentatore assiduo del Cilento. Predilige la costa del Golfo di Policastro per le sue vacanze, spesso a Scario. Come ribadito ospite a Sanza, nel Parco del Cilento Vallo di Diano ed Alburni, per una lectio magistralis sulla Costituzione.
Inoltre rincontrato il 30 luglio 2019 a Torre Orsaia come ospite ad un confronto su ETICA E DIRITTO. Un tema complesso e delicato che ha a che fare con la bidimensionalità dell’uomo. “Etica e Diritto” è il binomio che dà il titolo al convegno che si è tenuto ieri martedi 30 luglio alle ore 18,00 nella sala conferenze di Palazzo Vassali a Torre Orsaia. L’evento, organizzato dall’associazione Interparlamentare “Cultori dell’Etica”patrocinato dall’Università Popolare del Cilento e dal Consiglio dell’Ordine Forense presso il Tribunale di Vallo della Lucania. Tanti gli illustri relatori del mondo giudiziario, accademico e istituzionale italiano, nonchè di qualificati esponenti della classe forense, la cui preziosa professionalità ne ha arricchito il livello scientificio: di particolare rilievo la partecipazione di mons. Vincenzo Paglia, Presidente della Pontificia Accademia per la vita. Sono intervenuti Giuseppe Tesauro Presidente emerito della Corte Costituzionale, Iside Russo Presidente della Corte di Appello di Salerno, Salvatore Russo Presidente di Sezione del Tribunale di Salerno, Procuratore Gianfranco Donadio Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lagonegro, Gaetano De Luca Presidente del Tribunale di Vallo della Lucania, Antonio Ricci Procuratore della Repubblica di Vallo della Lucania, Domenico Lentini Presidente del Consiglio dell’Ordine Forense di Vallo della Lucania, Michele Spina Questore Dirigente della polizia ferroviaria Campania e il Senatore Leo A. Borea vice Presidente della Commissione Giustizia del Senato nella XIV Legislatura, autore del Libro “La giustizia in Italia: segreti, delitti, misteri”, promotore dell’iniziativa. L’incontro è stato moderato da Massimo Milone, Direttore Rai Vaticano.
Infine dal Cav. N. H. Attilio De Lisa attuale il ricordo intramontabile per la sua grande disponibilità e cordialità verso tutti.

Più informazioni su

Commenti

Translate »