Quantcast

Meta festeggia il 250° Anniversario della nascita di Ferdinando Scarpati

Più informazioni su

Sabato 10 luglio 2021, alle 09.45, presso la Casina dei Capitani a Meta, con il Patrocinio del Comune di Meta e organizzato da Sorrento Coast Experience, un convegno dedicato a Ferdinando Scarpati.

Meta festeggia il 250° Anniversario della nascita di Ferdinando Scarpati

Dopo il saluto del sindaco Giuseppe Tito, parleranno Biagio Passaro, Mario Russo, Maria Laura Franciosi, il preside emerito Agostino Aversa e Alberto Terracciano.

Nel pomeriggio visita al cimitero e poi la Domenica mattina successiva  a piccoli gruppi alla casa dello scienziato. Intanto in Piazza Scarpati artigiani locali esporranno prodotti inerenti al mare.

Meta festeggia il 250° Anniversario della nascita di Ferdinando Scarpati
Generico luglio 2021

Ferdinando Scarpati  (Meta, 1771-1850)

Nato in un’antica famiglia di capitani e armatori, sin da giovane divenne un esperto navigante: nel 1796, infatti, di ritorno da un lungo viaggio nel Mediterraneo orientale, fu il primo a fornire alla marina del Regno i rilievi delle coste del Mar Nero e del Mar d’Azof.

Instancabile studioso, dal 1797 professore di scienze nautiche a Palermo, chiamato in quella città da Giovanni Fileti, l’autore delle carte nautiche del Mediterraneo in uso sulle navi napoletane.  Poi direttore della Scuola Nautica di Meta e docente in quella di Piano; nel 1830 docente della Real Accademia della Marina del Regno di Napoli e riorganizzatore, nel 1842, della scuola nautica di Procida.

I suoi interessi culturali e scientifici applicati alla navigazione lo portarono a occuparsi di matematica, astronomia, geometria solida e di quelle discipline che potessero servire alla formazione di ufficiali di marina, in grado di navigare ovunque usando i moderni strumenti offerti dal progresso scientifico, e preparati culturalmente e tecnicamente per inserirsi nelle rotte mercantili oceaniche alla pari con le marinerie più antiche e sperimentate. Queste conoscenze furono riversate nelle opere pubblicate, quali il Trattato di Navigazione con accluso un Vocabolario dei Marini (1841) e le Tavole logaritmiche dei Numeri e delle Linee trigonometriche con le Tavole astronomiche e Nautiche (1843), oltre che negli inediti per lo più usati nell’attività didattica.

L’impegno culturale e l’insegnamento non gl’impedirono di svolgere un ruolo attivo nella vita politica e sociale della Penisola sorrentina: fu membro del Decurionato, responsabile della sicurezza interna del Comune del Piano e regolatore sanitario dei porti di Meta e Piano. Fu anche amministratore laico della Chiesa di Santa Maria del Lauro di Meta. Inoltre lo troviamo tra i soci fondatori delle tre Compagnie di Assicurazioni e Cambi Marittimi, sorte a Meta e a Piano tra il 1825 e il 1831.

Attraverso l’esame delle opere a stampa e dei manoscritti ritrovati al Museo Correale di Sorrento, l’Associazione di Studi Ricerche e Documentazione sulla Marineria della Penisola Sorrentina, prova a rivisitare la figura di Ferdinando Scarpati con una Giornata di Studio Ferdinando Scarpati (Meta 1771-1850) e il progresso degli studi nautici nel Regno delle Due Sicilie che si terrà il 21 novembre prossimo tra Sorrento e Meta. In quella occasione, nella seduta antimeridiana al Museo Correale, verrà presentato l’inedito ritratto ad olio, ritrovato nei depositi dello stesso Museo, il cui restauro è stato realizzato grazie alla sottoscrizione indetta dell’Associazione e sponsorizzato dall’azienda “Villa Massa”.

 

Più informazioni su

Commenti

Translate »