Quantcast

Maiori, il gruppo “Idea Comune” interviene sulla inadeguatezza delle navette interne

Riportiamo il post pubblicato dal gruppo “Idea Comune” di Maiori sulla propria pagina Facebook: «Maiori, a salire lungo la vallata, ha quattro popolose frazioni: i cittadini pagano, e usufruiscono della ”navetta”. Sulla statale 163, in estate, ci sono delle limitazioni. Quest’anno l’amministrazione, con un’altra scelta scellerata, sta utilizzando una minuscola ”navetta” che riesce appena a trasportare la metà dei cittadini, i quali normalmente già in inverno usufruivano del servizio.

Una bella nota scritta di Mario Ruggiero chiarisce ogni cosa.  Giriamo all’amministrazione un suggerimento di un ragazzo che vive a Ponteprimario, e a cui già avete vietato l’accesso a mare e la sosta nelle spiagge libere.

IL SUO SUGGERIMENTO E’ INNOCENTE E SEMPLICE: BASTA SEMPLICEMENTE UTILIZZARE LA NAVETTA GRANDE, SPOSTARE LA PARTENZA E LA SOSTA DAL PORTICCIOLO, E COSI’ SI ELIMINANO LE RESTRIZIONI.

Ma è così difficile per voi trovare immediate soluzioni?! La verità è che vi muovete dentro un orizzonte così ristretto che pur di agevolare persone vicine, vi rendete semplicemente ridicoli.

La nostra opposizione, da una diversa angolazione, incalza la vostra maggioranza, la contrasta per non creare provvedimenti dannosi al paese.

Fa una sana politica senza compromessi, senza mai abbassare la testa. Sa chiedere scusa e pretende le scuse, quando la vostra arroganza diventa insopportabile.

Questo siamo, Sindaco e signori della Giunta. E se pensate di offenderci quando ci accusate di chiacchiere da bar (e si aggregano anche altri a questo inutile slogan), fate solo un torto alla verità. Per combatterci veniamo indicati come populisti che non offrono sponde; e non sapete invece che sono le vostre decisioni sbagliate che ci portano ad utilizzare anche lo strumento democratico della protesta civile.

Infine, combattiamo a viso aperto per difendere i nostri principi; lo facciamo a muso duro, ma lealmente, senza risentimenti, senza rancori, e senza rabbia. E’ quello che accade nel paese, invece, che fa incazzare anche le formiche».

Commenti

Translate »