Quantcast

Il tennista Matteo Berrettini costretto a rinunciare alle Olimpiadi di Tokyo per un infortunio muscolare

Il tennista romano Matteo Berrettini, recente finalista al torneo di Wimbledon contro Novak Djokovic, costretto a rinunciare alle Olimpiadi che si svolgeranno a Tokyo nei prossimi giorni. A decretare lo stop dello sportivo un infortunio muscolare-

Il Coni specifica che «il tennista azzurro deve rinunciare alla partecipazione dei Giochi Olimpici a causa dei postumi di un infortunio muscolare, sgradita eredità dello storico exploit nel torneo di Wimbledon, che gli ha permesso di diventare il primo italiano di sempre a disputare la finale del prestigioso torneo londinese. La delegazione dell’Italia Team si attesta così a 384 atleti (197 uomini – con Paratore pronto a subentrare formalmente nel golf a Molinari – e 187 donne): dopo il 16 luglio, infatti, l’ITF non consente sostituzioni rispetto alla rosa di atleti indicata dai Comitati Olimpici».

E su Instagram Matteo Berrettini scrive: «Sono estremamente dispiaciuto di annunciare la mia cancellazione dalle Olimpiadi di Tokyo. Rappresentare l’Italia è un onore immenso e sono devastato all’idea di non poter giocare le Olimpiadi. Ieri mi sono sottoposto ad una risonanza per controllare l’infortunio alla gamba sinistra che mi sono procurato durante Wimbledon e l’esito non è stato ovviamente positivo. Non potrò competere per alcune settimane e dovrò stare a riposo. Faccio un grosso in bocca al lupo a tutti gli atleti italiani, vi supporterò da lontano ma con tutto me stesso».

Commenti

Translate »