Quantcast

Il commosso saluto del nipote a Pasquale Torre: “Amalfi non ha perso un pezzo di storia, ha perso la storia”

Più informazioni su

Carissimo Nonno Pasquale, questa volta avete scherzato troppo e, in un solo mese, avete abbandonato il Vostro entusiasmo per la vita e Vi siete addormentato nel riposo eterno. Quante volte in tutti questi anni Vi ho sempre preso in giro e Vi dicevo che quando sarebbe giunta la Vostra ora avrei chiamato l’amico Antonio Sarno per scrivere un manifesto.

Vi dicevo sempre queste parole che ora, invece, echeggiano vere e tristi nei nostri cuori: “Nonno, quando passerete a miglior vita devo fare un manifesto e scriverò: Improvvisamente è venuto a mancare all’affetto di tutti Pasquale Torre per tutti “ ‘o sart” e per Mister Raf “ ‘o nonno”.

Vi dicevo che Vi avrei incensato insieme al celebrante e che avrei tanto pregato per Voi. E Voi rispondevate con mille scongiuri e altrettante parole colorite contro di me, ma poi ridevamo per minuti e minuti.

Quanti ricordi resteranno per sempre nel cuore, quante serate piacevoli trascorse insieme e quanti drink bevuti alla nostra salute. Ora non resta che dirVi addio, quello definitivo che mai avrei voluto dirVi. Vegliate su Nonna Assunta, Vostra moglie devota, sui Vostri figli, su tutti i Vostri cari e su di noi.  Amalfi non ha perso un pezzo di storia, ha perso la storia!

Guardatemi da lassù e statemi sempre vicino perché ormai nessuno più mi incoraggerà con quelle parole che avevate sempre per me. In paradiso Vi aspettano per dei vestiti nuovi da cucire, Sant’Andrea è davanti a tutti.

Ciao nonno, e ancora una volta: ‘a salut Vosta! Mister Raf

Più informazioni su

Commenti

Translate »