Quantcast

I Carabinieri di Amalfi fermano il truffatore del pacco

Più informazioni su

Truffatore beccato dai Carabinieri di Amalfi.

Nella giornata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Amalfi hanno fermato e denunciato un 23enne napoletano, con precedenti specifici, per il reato di tentata truffa.

Dalle prime ore della mattinata presso il 112 erano già arrivate numerose segnalazioni da parte della cittadinanza di tentativi di truffa telefonica, nei confronti di persone anziani e non solo, con la solita scusa della consegna di un pacco per un fantomatico nipote da parte di un corriere espresso.

Questa volta però ai malviventi è andata male, poiché da alcuni giorni gli uomini dell’Arma stavano effettuando mirati servizi per prevenire e reprimere il fenomeno: avuta contezza di uno scooter sospetto provenire da Agerola, la Squadra Motoclisti dell’Aliquota Radiomobile e gli uomini della Stazione di Amalfi si sono messi alla sua ricerca e dopo aver incrociato il mezzo proveniente a forte velocità dall’area napoletana, si sono messi all’inseguimento dello stesso, riuscendo a fermarlo, con non pochi rischi, ad Amalfi.

Sottoposto a perquisizione personale e veicolare, il reo è stato trovato in possesso di tutti i materiali utili per commettere le note truffe che da tempo stanno colpendo la provincia: due pacchi di riso, alcune buste da spedizione di un noto corriere ed alcuni telefoni cellulari con sim intestate a cittadini extracomunitari. Addirittura su uno dei due apparecchi era impostato il navigatore satellitare con l’indirizzo di una delle potenziali vittime.

Condottò in caserma per gli accertamenti del caso, sentite le giustificazioni del giovane, alquanto vaghe e discordanti, è scattato il deferimento all’Autorità Giudiziaria di Salerno, che valuterà le carte per l’adozione di ulteriori provvedimenti.

Più informazioni su

Commenti

Translate »