Quantcast

Angri, Don Enrico Smaldone verso la Santità riconosciuta dalla Chiesa

Più informazioni su

Don Enrico Smaldone verso la santità riconosciuta dalla Chiesa.

Oggi si svolge il rito di insediamento e la prima sessione pubblica del Tribunale per le Cause dei Santi.

Permettetemi di esternare la gioia per questo evento .

Nell’ottobre 2018 , insieme a donne e uomini che come credevano nell’eccezionale valore educativo e sociale di Don Enrico Smaldone, ci facemmo promotori di un comitato laico che servisse da sprone e sostenesse la valorizzazione di una figura umana sociale fondamentale nel 20 secolo per la comunità di Angri in provincia di Salerno e non solo.

Si trattava di un prete anomalo. Don Enrico Smaldone che consumò la sua vita per un sogno: fondare una Città dei Ragazzi per dare un presente migliore e un futuro a generazioni di bambini e adolescenti, nati e cresciuti nel periodo difficilissimo della seconda guerra mondiale. Spesso orfani, sbandati, senza casa e futuro.

Quel pretino smunto riesce in un’impresa titanica, confidando in obiettivi davvero audaci e non solamente religiosi e non dandosi mai per vinto, riuscendo a costruire quella Città dei Ragazzi, avviandoli a un lavoro di falegnami, carpentieri, meccanici ma anche e soprattutto educandoli alla vita e alla solidarietà umana e sociale.

Uno sforzo enorme, di avanguardia, innovativo esperimento sociale, per Don Enrico che lungo il suo percorso incontrò anche tanti generosi e riconoscenti. Oggi si insedia il tribunale per la causa dei santi per quest’uomo che è già santo per tutti noi .

Non potrò mai dimenticare lo scetticismo anche di alcuni rappresentanti ecclesiali verso la proposta di avviare un processo di canonizzazione.

Un prete come tanti ci fu detto ma con la tenacia e la consapevolezza di essere guidati, il nostro comitato ha stimolato dibattiti, organizzati incontri, coinvolto le comunità e le istituzioni e i bambini e cittadini hanno saputo riconoscerne il suo valore.

Non ne aveva bisogno Don Enrico ma forse ci permettiamo di dire che la nostra tenacia ha anch’essa fatto la sua piccola parte in questo percorso non irto di difficoltà. Grazie davvero tutti ed ora siamo chiamati a pregare e a sostenere questa causa per il riconoscimento di questo gigante di umanità e amore per il prossimo.

Più informazioni su

Commenti

Translate »