Quantcast

Domenica appuntamento a Nocelle con la canzone classica napoletana

Più informazioni su

La Costiera Amalfitana vista da Nocelle, frazione che sorge nella zona alta di Positano, rubando una metafora a Joseph Conrad, sembra davvero l’incastro di due mattonelle, una verde l’altra blu cobalto, a formare il pavimento “divino” di una chiesa senza pareti, e chissà quale canzone avrebbe composto per questo Paradiso in terra Salvatore di Giacomo, che a Sant’Agata sui Due Golfi trascorreva le sue estati inseguendo “una palomma ‘e notte”, già perché la canzone classica napoletana in Penisola Sorrentina e in Costiera Amalfitana è di casa, amata e cantata sia dalle finestre “quanno sponta la luna…” sia sulle terrazze davanti al Golfo di Surriento, ecco perché fa piacere segnalarvi il concerto che si terrà domenica 18 luglio a partire dalle ore 20:30 a Nocelle dal titolo emblematico “Na voce antica” viaggio nella canzone classica napoletana, che è allo stesso tempo arte e poesia, cultura e tradizione, tramandata di generazione in generazione e con stili diversi che si sono susseguiti negli anni. Gli autori delle canzoni napoletane classiche erano professori, letterati, intellettuali che vivevano gomito a gomito con il popolo. Salvatore Di Giacomo, Ernesto Murolo, Libero Bovio, Enrico Caruso sono solo alcuni dei poeti che l’hanno resa celebre. Attingeranno a questo scrigno di melodie quattro artisti, Nuccia Paolillo cantante e attrice che nel teatro di don Raffaele, Viviani naturalmente, esprime il suo talento attoriale più genuino mentre alla canzone classica partenopea presta la sua voce calda e possente con passione, accompagnata dai musicisti Gianni del Sorbo (chitarra), Andrea Laudano (percussioni ) e Francesco Di Lorenzo (mandolino). L’evento rientra nella rassegna promossa dal Comune di Positano “Vicoli in Arte” con la direzione artistica di Giulia Talamo. di Luigi De Rosa

Generico luglio 2021

Più informazioni su

Commenti

Translate »