Quantcast

Coronavirus, De Luca: «In Campania dati preoccupanti, ci stiamo preparando per la vaccinazione degli studenti, vogliamo evitare la Dad» segui la diretta

Più informazioni su

Coronavirus, De Luca: «In Campania dati preoccupanti, ci stiamo preparando per la vaccinazione degli studenti, vogliamo evitare la Dad».

Anche oggi, 9 luglio 2021, come oramai usuale per ogni venerdì dall’inizio della pandemia, alle 14.45 il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, durante la diretta settimanale per gli ultimi dati sul virus, ha fatto il punto della situazione sui contagi e sulle misure per contenere e fermare l’epidemia. Inoltre, è stato fatto un focus sulla campagna vaccinale, in particolar modo con riferimento al mondo della scuola in preparazione del nuovo anno scolastico. Infine, ci ha aggiornati sulle altre iniziative in campo per la piena ripartenza della nostra regione.

«Avere immunizzato già oggi tutto il personale scolastico è il presupposto indispensabile per aprire le scuole a settembre – ha esordito il governatore -. Stiamo lavorando per evitare, se è possibile, la Dad e aprire tutte le scuole in sicurezza. Ma manca il completamento della vaccinazione degli alunni. Noi continuiamo a vaccinare anche gli under 18, ma è evidente che se vogliamo aprire le scuole in presenza dobbiamo completare, perlomeno per l’80%, la vaccinazione degli alunni anche sotto i 18 anni».

«Ci stiamo preparando per utilizzare a pieno regime l’ultima settimana di agosto e i primi 15 giorni di settembre per vaccinare tutta la popolazione studentesca – ha continuato -. È l’unica possibilità reale che abbiamo per aprire tutte le scuole in presenza, il resto solo chiacchiere al vento».

Per quanto riguarda i contagi, ha informato: «Oggi su 7.600 tamponi abbiamo 226 positivi. È un dato preoccupante. Se noi avessimo un numero di positivi rapportato alla popolazione della Campania su quella italiana dovremmo avere 140 positivi, ne abbiamo invece 226. Di questi, abbiamo 26 sintomatici, un dato per un verso tranquillizzante, ma gli asintomatici contagiano. Questo era prevedibile, ma se pensiamo che siamo a luglio e abbiamo 226 positivi quando a luglio dello scorso anno non avevamo praticamente nessun positivo, ci rendiamo conto del pericolo che stiamo correndo. È vero che abbiamo un numero elevato di persone vaccinate, ma è vero anche che abbiamo un 15% sopra i 60 anni che non ha voluto vaccinarsi e abbiamo le varianti. Quindi abbiamo un dato positivo in più rispetto a un anno fa, i vaccinati, ma un dato preoccupante che è rappresentato dalla variante Delta che ha una capacità di contagio e un’aggressività davvero grandissima – e continua -. Se il trend è questo noi non arriveremo a ottobre, dovremo fare nuove chiusure già a fine agosto».

Per questo, «Sottolineo la necessità assoluta di indossare la mascherina all’aperto e invito le forze dell’ordine e le polizie municipali ad essere meno rilassate – continua De Luca -. Non stiamo scherzando, l’ordinanza non è una carta firmata da me, è un obbligo di legge».

Più informazioni su

Commenti

Translate »