Quantcast

Coronavirus, De Luca conferma l’obbligo di mascherina ed il focolaio di variante Delta: «In Campania la più alta densità abitativa, la variante colpisce particolarmente i giovani» segui la diretta

Più informazioni su

Coronavirus, De Luca conferma l’obbligo di mascherina ed il focolaio di variante Delta: «In Campania la più alta densità abitativa, la variante colpisce particolarmente i giovani».

Anche oggi, 2 luglio 2021, come oramai usuale per ogni venerdì dall’inizio della pandemia, alle 14.45 il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, durante la diretta settimanale per gli ultimi dati sul virus, ha fatto il punto della situazione sui contagi, sulla campagna vaccinale e sulle nuove misure che saranno messe in campo per il contenimento dell’epidemia.

«Abbiamo mantenuto l’obbligo di mascherina in Campania perché qui da noi c’è uno dei focolai nazionali della variante Delta. L’altro consistente è in Lombardia – ha detto il governatore nel corso della diretta -. Noi abbiamo la più alta densità abitativa d’Europa e il pericolo di contagiarsi è più elevata. La variante Delta colpisce particolarmente i giovani. Nei giorni scorsi sono andati in terapia intensiva due ragazzi di 30 e 31 anni.  Sono rientrati, poi, dei ragazzi di 18 anni da Maiorca contagiati dalla variante. Il 1° luglio 2020 avevamo 9 positivi e 16 persone negli ospedali e 0 ricoveri in terapia intensiva. Il 1° luglio 2021 abbiamo 107 positivi, 217 persone ricoverate in ospedale e 19 ricoveri in terapia intensiva. Abbiamo elementi positivi come i 5 milioni di somministrazioni, ma anche 700mila cittadini non ancora vaccinati neanche con una dose».

Per questo motivo, continua: «Indossare la mascherina è un piccolo sacrificio che può portare tanti benefici. Anche i decreti nazionali obbligano in moltissime occasioni a tenere la mascherina. Noi abbiamo aggiunto solo che è obbligatorio quando si va in strada. Se vai a passeggiare per le strade commerciali o nelle piazze della movida l’assembramento c’è sempre».

Per quanto riguarda i vaccini, De Luca ha affermato: «Il nostro obiettivo è immunizzare la Campania entro il 2021. Questo vuol dire che dobbiamo fare la seconda dose per quelli che mancano all’appello, cioè che dobbiamo passare da 5 milioni e 41 mila vaccinati a 9,2 milioni di vaccinati. Questo è l’obiettivo al quale stiamo lavorando. Questa battaglia la si vince con la tenacia, quando non ci si distrae, quando non ci si stanca per strada. Noi dobbiamo avere una tenacia forte, tedesca. Dobbiamo fare 9,2 milioni di vaccinazioni entro il mese di novembre, e così dovrà essere. Avevamo un altro obiettivo, cioè avere a Napoli il 70% di vaccinati per inizio luglio, e qui abbiamo avuto qualche rilassamento. Adesso, grazie a Dio, abbiamo riscontrato una ripresa di voglia di vaccinarsi. Allora non perdiamo questa voglia e aiutateci a raggiungere l’obiettivo. Tutta la Campania immunizzata, cioè con la seconda dose, entro fine novembre inizio dicembre, se vogliamo riprendere la vita normale e se vogliamo raggiungere l’obiettivo della Campania: aprire tutto, ma aprire per sempre».

Più informazioni su

Commenti

Translate »