Quantcast

Cava de’ Tirreni ospita l’apertura anno del Distretto 108 YA dei Lions

Cava de’ Tirreni ospita l’apertura anno del Distretto 108 YA dei Lions.

La città metelliana ospiterà, nei giorni 23 e 24 luglio p.v., l’apertura dell’anno sociale 2021-2022 del Distretto 108 Ya dei lions della Campania, Basilica e Calabria, guidati dal neo eletto Governatore Francesco Accarino, socio fondatore del Lions Club Cava de’ Tirreni-Vietri sul Mare. Nato a Cava de’ Tirreni, sposato con Lucia Scapolatiello, l’avv. Accarino ha due figli: Paolo e Daniele, l’uno avvocato, l’altro imprenditore. Avvocato cassazionista, è socio fondatore dello Studio Legale Associato Accarino, che opera nel settore del diritto pubblico e amministrativo da oltre quarant’anni, punto di riferimento tra gli studi legali di Salerno e provincia per tutto ciò che concerne l’attività di consulenza e contenzioso nella disciplina del diritto amministrativo. Il programma delle due giornate prevede, nel massimo rispetto delle normative nazionali anti covid, per venerdì 23, presso il locale Social Tennis Club, un Seminario di formazione dedicato a Presidenti di Circoscrizione e di Zona. La prima riunione del Gabinetto Distrettuale, sabato mattina, con inizio dei lavori alle ore 10.00, nell’aula consiliare del Comune di Cava de’ Tirreni, mentre nel pomeriggio, alle ore 18.00, presso il complesso monumentale Monastero San Giovanni ci sarà l’Incontro di presentazione dello Staff e del Gabinetto Distrettuale, ma soprattutto l’intervento del Governatore, che delineerà le tematiche e gli ambiti di impegno dei lions del distretto, partendo dalla considerazione che “il Governatore è un socio chiamato, per un anno, al servizio del Distretto (circa 3.400 soci), impegnato a rappresentare l’Associazione e i Club, a realizzare unione, armonia e soddisfazione nel servizio. Sono molto orgoglioso – aggiunge l’avv. Accarino – di rappresentare un così grande Distretto, costituito da Lion e Leo di buona volontà, che con cuore, intelligenza e coraggio, saranno certamente vicini alle nostre comunità, lavorando per dare risposta ai tanti bisogni emergenti. Serviremo con cuore (come ci chiede il nostro Presidente Internazionale) per andare “Insieme Oltre”. Questo il mio motto perché credo debba esserci condivisione non solo dei sentimenti, ma anche degli obiettivi, per andare dove? Per andare “Oltre..” oltre il limite che può e deve essere superato, affrontando sfide, sommando risorse, energie, menti e cuori in uno sforzo collettivo nelle occasioni più varie, guidati dall’ottimismo, dall’entusiasmo e dalla passione. Nel mio guidoncino ho invece voluto richiamare la mia città ed i suoi portici: un luogo di incontri e relazioni della comunità, dove si vive la socialità, una solida struttura ultracentenaria che ospita genti e generazioni, così come la nostra amata Associazione”.

Commenti

Translate »